Furti e violazione degli obblighi familiari: un arresto e tre denunce

Servizi e indagini dei carabinieri delle stazioni locali a Cellino San Marco, Brindisi e Villa Castelli

I carabinieri della stazione di Cellino San Marco hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi, nei confronti di Mario Bagordo, 39enne del luogo. L'uomo deve espiare la pena di 1 anno, 1 mese e 6 giorni di reclusione, per il pregresso reato di furto aggravato commesso nel settembre 2016, in Cellino San Marco.

Nella circostanza l'arrestato dopo aver scardinato la finestra di un'abitazione del centro storico del paese, vi si si era introdotto più volte asportando in più riprese alcuni gioielli che i proprietari custodivano in camera da letto. L'attività di investigazione, svolta anche attraverso l'esame delle immagini estrapolate dall'impianto di videosorveglianza, aveva poi consentito di identificare l'autore. L'arrestato, dopo le formalità di rito, è stato tradotto nella casa circondariale di Brindisi.

E sempre di furto si tratta, ma di energia elettrica, per quanto riguarda il caso appurato dai carabinieri della stazione di Brindisi Centro, i quali hanno denunciato a piede libero S.A. 34enne, che si trovava agli arresti domiciliari per il reato di estorsione in concorso commessa in Brindisi nel settembre 2017, e S.D. 26enne, entrambi di origini serbo–montenegrine residenti a Brindisi. I militari, con l'ausilio del personale tecnico dell'Enel, hanno accertato che gli stessi, mediante l'applicazione di un by–pass hanno eseguito un allaccio abusivo alla rete di pubblica distribuzione, sottraendo energia elettrica per un valore stimato di 6600 euro.

Di ben altro genere la vicenda di cui si sono occupati  i carabinieri della stazione di Villa Castelli, che al termine dell’ attività investigativa scaturita dalla denuncia presentata da una 39enne del luogo, hanno deferito in stato di libertà, per violazione degli obblighi di assistenza familiare l'ex marito della donna, un 43enne residente in provincia di Taranto, per non aver mai versato la somma stabilita dal Tribunale di Brindisi per il sostentamento economico del loro figlio minore, in seguito alla loro separazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, ospedale Perrino: turista lombardo positivo al Covid-19

  • Furgone si ribalta sull'autostrada: brindisino muore in Veneto

  • Assalto al blindato Cosmopol, gli arresti della banda

  • “Ego”: Jasmine Carrisi debutta come cantante

  • Alle rapine con la mamma: colpi ai distributori, quattro arresti

  • Spari contro il balcone di un'abitazione: feriti marito e moglie

Torna su
BrindisiReport è in caricamento