Sfiammata petrolchimico: rilevati picchi di emissioni industriali

Sforamenti di ossidi di azoto e di carbonio sono stati registrati dal sistema di monitoraggio di Eni Versalis. Le centraline Arpa non rilevano sforamenti

BRINDISI – Le centraline della rete di monitoraggio Arpa situate in città e nella zona industriale non hanno rilevato sforamenti di sostanze inquinanti, a seguito dell’accensione della torcia Rv101c di Eni Versalis che si è verificata ieri mattina. Picchi di Co (ossidi di carbonio) e Nox (ossidi di azoto) sono stati registrati invece dal sistema di monitoraggio emissioni che si trova all’interno del petrolchimico. 

Tali sforamenti sono stati rilevati fra le 11 e mezzogiorno, in concomitanza con la sfiammata. Gli esperti del dipartimento di Brindisi dell’Arpa Puglia diretto dalla dottoressa Annamaria D’Agnano spiegano che si tratta di sostanze emesse normalmente in un processo di emissioni industriali del cracking e di cui c’è da aspettarsi una impennata dei valori, quando si verifica l’attivazione di una torcia. “Non bisogna fare – fanno sapere dall’Arpa – allarmismo. In torcia sono stati inviati dei gas che hanno provocato delle emissioni, con questi picchi”. 

Video: nube di fumo incombe sulla città

La sfiammata di ieri è stata la seconda del 2018, dopo quella del 21 febbraio. La colonna di fumo nero emessa dalla torcia è stata avvistata nel raggio di chilometri, provocando una certa apprensione fra i cittadini. Eni Versalis, come previsto dal nuovo protocollo operativo sottoscritto pochi giorni fa dalla stessa sopcietà e dagli enti locali, ha subito informato la prefettura di Brindisi. Il personale dell’Arpa si è recato nel petrolchimico mentre l’evento era ancora in corso, per i rilievi del caso. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Sarà ma da quando si rileva sta sfiammata passeggiando per la commenda a tarda sera si percepisce un forte odore come di plastica bruciata ma più acre. Come se non bastasse tutta la mia famiglia tossisce sporadicamente pur essendo in salute e aggravante della cosa mia moglie allergica deve ricorrere con più frequenza all'uso del Ventolin e mia figlia piccola è sotto cortisone...storie viste e riviste.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Furti con esplosione dei bancomat: condanne ridotte in Appello

  • Sport

    Playoff, gara uno: Brindisi rimaneggiata, Sassari vince in scioltezza

  • Cronaca

    Incendio auto nella notte: tracce di liquido infiammabile

  • Cronaca

    Crollo solaio in una scuola: dimesso l'operaio, cantiere sotto sequestro

I più letti della settimana

  • Come difendersi dai pesciolini d'argento (e cosa sono)

  • Rapina al portavalori: ritrovati i Kalashnikov e il furgoncino Doblò

  • Sequestrati 350mila euro alla famiglia Bruno: indagati padre e figlio

  • Ada Spina non ce l'ha fatta: lutto nella Confederazione agricoltori

  • Strade e sottopassi allagati: anziani coniugi salvati dai carabinieri

  • Estorsione a una dipendente: denuncia e interdizione per un ristoratore

Torna su
BrindisiReport è in caricamento