Soppressione pasto serale nelle caserme vigili del fuoco, continua stato agitazione

Preso atto dei chiarimenti resi e vista la posizione espressa dall'Amministrazione di non ritirare la Circolare di soppressione del pasto serale presso le sedi Vvf, la Os Cgil, mantiene lo stato di agitazione

BRINDISI - Il 28 marzo scorso, presso la Direzione dei Vigili del Fuoco della Puglia, si è effettuato il programmato incontro di conciliazione relativo allo stato di agitazione proclamato dalla Fp Cgil Vvf Puglia il 23 febbraio scorso relativo alla soppressione del servizio mensa notturna nelle sedi operative dei vigili del fuoco.

Il tavolo paritetico di conciliazione ha visto la presenza per l’amministrazione, del direttore centrale per le Risorse logistiche e strumentali, ingegnere Guido Parisi e del direttore regionale ingegnere Salvatore Spanò e di tutti i comandanti provinciali della Puglia mentre, per la parte sindacale, del coordinatore regionale Fp Cgil Vvf Sandro Anelli e dal coordinatore provinciale dell’area metropolitana di Bari Tobia Morelli.

La discussione non ha sortito alcun ricomponimento della vertenza perché le posizioni sono rimaste inconciliabili. Da un lato, infatti, l’amministrazione ha continuato a sostenere la necessità di sopprimere il pasto serale per conseguire gli obiettivi fissati dal Bilancio dello Stato per l’anno 2017, dall’altro il sindacato ha rigettato la monetizzazione di un diritto sancito da specifiche norme, la cui perdita comprometterebbe il regolare svolgimento del servizio da parte dei Vigili del Fuoco.

La sostituzione del pasto serale con i buoni pasto elettronici, inoltre, procurerebbe sicure ricadute negative sul piano dell’occupazione, dice la Cgil, attesa la conseguente contrazione del numero dei lavoratori nel settore della ristorazione.

Inoltre, profittando della presenza al tavolo del direttore centrale per le Risorse Logistiche e Strumentali, Parisi, la Fp Cgil Vvf ha evidenziato come l’attuale situazione dei mezzi di soccorso in tutti i comandi provinciali della Puglia versi in una condizione non più sostenibile di grande pregiudizio in termini di sicurezza sia per lo stesso personale Vigilfuoco che per le comunità di riferimento. 

Dopo questo confronto, preso atto dei chiarimenti resi e vista la posizione espressa dall’amministrazione di non ritirare la circolare n.1/2017 di soppressione del pasto serale presso le sedi Vvf, la Cgil, mantiene lo stato di agitazione sulla problematica del servizio mensa, come del resto accade su tutto il territorio nazionale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento