Sorpreso con due boccette di metadone nel comodino: denunciato

Un 38enne deteneva in casa la sostanza stupefacente sintetica, senza etichetta dell'Asl. Non risultava in cura al Sert

CEGLIE MESSAPICA – E’ stato trovato in possesso di due boccette di metadone, senza etichette dell’Asl. E’ stato denunciato a piede libero un 38enne di Ceglie Messapica che non risulta in cura al Sert, a seguito di una perquisizione presso la sua abitazione effettuata dai carabinieri della locale stazione. 

Lo stupefacente sintetico è, sottoposto a sequestro, ed è stato rinvenuto in un cassetto di un mobile posizionato nella camera da letto.  Il metadone è un farmaco che si utilizza  per ridurre l’assuefazione  da dipendenza da stupefacenti e va assunto oralmente. 

Il trattamento deve essere effettuato dietro stretta vigilanza sanitaria attraverso un protocollo, perché può anche causare dipendenza fisica, pertanto nell’assunzione devono essere adottate tutte le precauzioni necessarie. 

Viene  somministrato dietro le opportune prescrizioni nei  SerT che sono servizi pubblici del Servizio Sanitario Nazionale dedicati alla cura, prevenzione e riabilitazione delle persone che hanno problemi conseguenti all’abuso ed alla dipendenza da  sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba, centro commerciale Le Colonne: il 15 dicembre apertura anticipata

  • Bomba: le direttive sull'evacuazione e l'elenco aggiornato delle vie

  • Bombe, Torino: evacuati in 10mila. Il 15 dicembre toccherà ai brindisini

  • Bomba, per l'evacuazione 300 brandine nelle scuole. Previsti colazione e pranzo

  • Estate in Sicilia dall'Aeroporto del Salento con voli settimanali

  • Minaccia collega per un pagamento: denunciato imprenditore

Torna su
BrindisiReport è in caricamento