Colpi di pistola nel quartiere Sant'Elia: giovane ferito in piazza Licini

Samuele Protino, 19 anni, raggiunto da due proiettili. Sopralluogo della Squadra Mobile. La settimana scorsa, Stefano Ostuni colpito al mento e alla mano nei pressi di piazza Raffaello

BRINDISI – Si torna a sparare nel quartiere Sant’Elia, di Brindisi: ieri sera, domenica 18 novembre 2018, attorno alle 22, Samuele Protino, 19 anni, è stato raggiunto da colpi di arma da fuoco, in piazza Licini. E’ rimasto ferito a gomito sinistro e gamba sinistra. E' stato dimesso dall'ospedale Perrino, con prognosi superiore di 30 giorni, salvo complicazioni. La Squadra Mobile indaga ipotizzando il tentato omicidio.

IMG-20181119-WA0009-2-2

La sparatoria

Stando a quanto si apprende, nella serata di ieri attorno fra le 21.30 e le 22, nella zona della piazza, ci sarebbe stata una lite tra alcuni giovani. Ci sarebbero state delle grida. Poi gli spari. E un’alfa Romeo Giulietta in fuga con due uomini a bordo. A sparare sarebbe stato uno dei due. Protino era in un'altra auto. Qualcuno ha chiamato il 118 chiedendo l'invio di un’ambulanza. Il giovane, quindi, è stato portato in ospedale, al Perrino di Brindisi, ed è stato dimesso. Non corre pericolo di vita. Non è escluso che, nelle prossime ore, venga ascoltato dagli investigatori.

le tracce di sangue nei pressi di piazza raffaello-2-2-2

Il precedente

E’ il secondo episodio che si verifica nella zona nell’arco degli ultimi sette giorni. Domenica 12 novembre, rimase ferito Stefano Ostuni, 28 anni, nei pressi di piazza Raffaello, colpito da proiettili all’altezza del mento, con frattura della mandibola, e della mano destra. Tentato omicidio, al momento contro ignoti.

Le indagini 

Anche per la sparatoria avvenuta ieri sera, le indagini sono affidate agli agenti della Squadra Mobile di Brindisi. Nella mattinata odierna c’è stato un sopralluogo per repertare elementi utili ad accertare il calibro della pistola usata. Sembrerebbe un'arma corta, probabilmente una semiautomatica calibro 9.  Sul marciapiede della piazza, i poliziotti della Scientifica hanno cerchiato con il gessetto di colore bianco, il punto in cui è avvenuta la sparatoria.

Dovrà essere chiarito il movente, chi ha fatto fuoco e se ci sono collegamenti con il tentato omicidio di sette giorni fa. Protino non ha precedenti a suo carico. Poiché stando al certificato rilasciato dai medici dell'ospedale Perrino, la prognosi è superiore a venti giorni, si procede d'ufficio senza cioè che sia necessaria la denuncia-querela del ferito. Si procede anche in questo caso per tentato omicidio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento