"Termosifoni spenti e scuola al gelo": i genitori riportano i bimbi a casa

E' accaduto presso la scuola d'infanzia del rione Perrino e in altri istituti. Un genitore: "La sindaca aveva detto che gli impianti di riscaldamento sarebbero stati accesi la sera prima, ma ci ha preso per i fondelli"

I genitori della scuola del Perrino

BRINDISI – Nonostante l’impegno assunto dal Comune di Brindisi attraverso una nota ufficiale dalla sindaca Angela Carluccio, in alcune scuole comunali di Brindisi stamani i bambini hanno trovato il gelo ad accoglierli nelle aule, in quanto i termosifoni erano spenti.

E’ accaduto presso la scuola di infanzia di via Ofanto dell’istituto comprensivo Centro, al rione Perrino, dove tutti i genitori hanno preso la decisione di riaccompagnare a casa i figli, in quanto in quelle condizioni non si poteva proprio stare in classe. “Alle 8,40 di oggi (11 gennaio) – segnala un genitore alla redazione di BrindisiReport - nonostante l'ordinanza della sindaca, i termosifoni ancora spenti, creando disagi fra bambini ed insegnanti”.

Secondo questo papà l’impegno assunto dal primo cittadino è stata “una vera e propria presa per i fondelli”. “In ambiente scolastico – Gli studenti della scuola Morvillo Falcone-2prosegue il genitori – ci hanno riferito che per ragioni di sicurezza non è stato possibile accendere gli impianti di riscaldamento la sera precedente. A questo punto temiamo che lo stesso problema si riproporrà anche domani. E domani valuteremo come comportarci”.

Problematiche riguardanti gli impianti di riscaldamento, con decine di bimbi riaccompagnati a casa, si sono verificate anche presso le scuole elementari Calò, al rione Casale,  San Lorenzo (via Ferrante Fornari) e Perasso (corso Roma), dove i termosifoni pare siano stati accesi soltanto intorno alle ore 9. Sono numerosi i plessi, anche di scuola media, in cui alunni e insegnanti hanno dovuto indossare i giubbotti in classe. 

Situazioni analoghe si stanno verificando anche presso gli istituti superiori del capoluogo, di proprietà della Provincia. Gli studenti dell'istituto Morvillo Falcone, ad esempio (foto in basso), sono tornati a casa, in quanto i termosifoni erano spenti. Da quanto appreso da una studentessa, fin dall'inizio dell'anno scolastico si registrano problematiche riguardanti il funzionamento dell'impianto di riscaldamento.

Le scuole di ogni ordine e grado hanno riaperto stamani nel territorio comunale di Brindisi, dopo due giorni di chiusura a causa dell’ondata di neve abbattutasi nel finse settimana su tutta la regione. I rappresentanti degli istituti superiori avevano però  invitato il primo cittadino a rivedere la sua decisione, prorogando di un ulteriore giorno l’ordinanza di chiusura delle scuole, per tutelare l'incolumità degli studenti. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Una dirigente scolastica dice di essersi fidata e rimasta delusa dall'amministrazione. Lei si è fidata dice. Doveva controllare andando di persona ieri per verificare se i riscaldamenti erano accesi e, in caso affermativo, per quante ore, chiedendo inoltre di anticipare e prolungare l'orario di accensione!!!! Questo bisogna fare, non fidarsi. Con la salute dei bimbi non si scherza. Allego una nota di una dirigente di un comprensivo di lecce.

  • Ennesima dimostrazione dell'inaffidabilità ed incapacità di questa amministrazione comunale

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Estorsioni ai giostrai della festa patronale: Comune di Brindisi assente nel processo

  • Politica

    Aeroporto, Emiliano e il distacco da Brindisi

  • Cronaca

    Operaio schiacciato da pressa per rifiuti: un indagato per omicidio colposo

  • Cronaca

    Multiservizi, stipendi in ritardo: in agitazione 193 dipendenti

I più letti della settimana

  • Tragedia del lavoro, muore operaio: aveva 24 anni

  • Studente colto da malore il classe: il professore gli salva la vita

  • Pizzaiolo di Brindisi nell’olimpo degli stellati: è stato assessore provinciale

  • Scu, arrestato latitante: trovato dai carabinieri in una casa di campagna

  • Stefano Cucchi, inchiesta bis: omicidio preterintenzionale per il carabiniere brindisino

  • Maltempo in arrivo: allerta gialla in provincia di Brindisi e in Puglia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento