Sradicata colonnina self-service alla Camer

SAN PIETRO VERNOTICO – Una colonnina per i pagamenti del rifornimento selfservice sradicata in soli quattro minuti (dalle 2.59 alle 3.03) su una strada frequentata a tutte le ore del giorno e della notte. Un colpo che lascia perplessi.

Il distributore Camer preso di mira dai ladri

SAN PIETRO VERNOTICO – Una colonnina per i pagamenti del rifornimento selfservice sradicata in soli quattro minuti (dalle 2.59 alle 3.03) su una strada frequentata a tutte le ore del giorno e della notte. Un colpo che lascia perplessi quello messo a segno la notte scorsa ai danni della stazione di servizio Camer Srl di Giuseppe Greco, sulla strada provinciale 86, che collega San Pietro alla marina di Campo di Mare. I malviventi, in 3, sono riusciti a sradicare la colonnina del self service, a trascinarla nelle campagne circostanti e a svuotarla senza essere scoperti.

Probabilmente quando i carabinieri sono giunti sul posto, perchè allertati dall'entrata in funzione del sistema di allarme, i ladri erano ancora nelle vicinanze del luogo del furto, e stavano mettendo le mani sul denaro. La cassaforte contenente le banconote, infatti, nella tarda mattinata di oggi è stata rinvenuta in un campo alle spalle della stazione di servizio. I ladri l'hanno svuotata sul posto. La scena del furto è stata ripresa per intero dal sistema di video sorveglianza dell'area ma dai fotogrammi non sarebbero emersi dettagli in grado di far identificare i banditi.

La colonnina è stata speronata a più riprese con un trattore, poi imbracata con cavi in acciaio, sradicata e trascinata sul retro, lontano dalla strada, nei campi bui che circondano la provinciale 86. La banda per uscire dallo spiazzo della stazione di servizio e trovare rifugio nelle campagne ha sfondato un muretto in cemento che delimita il perimetro della stazione di servizio, dove ha sede alche il parcheggio dei pullman della Stp, raggiungendo un campo incolto distante poche centinaia di metri. Lì probabilmente c'era qualcuno ad attendere i malviventi munito di cesoie. La cassaforte è stata aperta da sotto e svuotata.

L'ammontare del denaro contenuto all'interno della colonnina per i pagamenti automatici non è ancora stato accertato. Ieri, però, la stazione di servizio Camer è stata invasa da clienti. Trovandosi sulla via per il mare ed essendo una delle compagnie che fornisce carburante a prezzi competitivi, ha un afflusso di automobilisti consistente a tutte le ore del giorno. Dai fotogrammi è emerso che dalla 86, la strada dove si affaccia la stazione di servizio, era transitata un'auto solo dieci minuti prima del colpo. Di certo la banda si è servita di complici che hanno sorvegliato i due ingressi durante l'esecuzione del furto.

Solo venti giorni fa la stessa stazione di servizio è stata presa di mira dai ladri di sigarette. Questa mattina le pompe, però, hanno funzionato regolarmente, il disagio più grosso, oltre al danno economico per l'azienda, lo vivranno gli automobilisti abituati, anche per impegni di lavoro a fare rifornimento con il self service: il servizio, di certo non sarà ripristinato a breve.

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Malore alla guida: autista accosta e poi si accascia, in salvo gli studenti

  • Incidenti: le vittime e le strade più pericolose del Brindisino

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

  • Nuova allerta arancione per lo scirocco nella giornata di mercoledì

  • Lite fra vicini sfocia nel sangue: uomo preso a sprangate in testa

Torna su
BrindisiReport è in caricamento