Suicidio alla stazione di Ostuni, un testimone racconta: "Vittima parlava salentino"

OSTUNI - Non ha ancora un nome l'uomo che all'alba di oggi si è lanciato sotto l'intercity Lecce-Torino, in corsa lungo il primo binario che attraversa la Stazione ferroviaria di Ostuni. Stando ad una testimonianza raccolta sul posto dagli inquirenti, il poveretto poco prima di togliersi la vita avrebbe chiesto informazioni in merito all'apertura del bar della Stazione, palesando un aspetto trasandato e un accento marcatamente salentino. Terribile lo scenario che si sono trovati di fronte gli investigatori ed i primi testimoni della disgrazia. Il corpo ridotto a brandelli, irriconoscibile. Pochi ma sostanziali gli elementi che da qui a breve potrebbero consentire il riconoscimento del cadavere:a partire da almeno tre tatuaggi sul corpo (una croce sul pollice della mano sinistra, la scritta "Pina" sul polso del medesimo arto ed un asso di bastoni inciso sulla spalla). Nei pressi della tragedia gli inquirenti hanno rinvenuto anche un braccialetto e un mazzo di chiavi, che presumibilmente potrebbero appartenere alla vittima.

La stazione di Ostuni

OSTUNI - Non ha ancora un nome l'uomo che all'alba di oggi si è lanciato sotto l'intercity Lecce-Torino, in corsa lungo il primo binario che attraversa la stazione ferroviaria di Ostuni. Stando ad una testimonianza raccolta sul posto dagli inquirenti, il poveretto poco prima di togliersi la vita avrebbe chiesto informazioni in merito all'apertura del bar della Stazione, palesando un aspetto trasandato e un accento marcatamente salentino.  Terribile lo scenario che si sono trovati di fronte gli investigatori ed i primi testimoni della disgrazia. Il corpo ridotto a brandelli, irriconoscibile. Pochi ma sostanziali gli elementi che da qui a breve potrebbero consentire il riconoscimento del cadavere, a partire da almeno tre tatuaggi sul corpo (una croce sul pollice della mano sinistra, la scritta "Pina" sul polso del medesimo arto ed un asso di bastoni inciso sulla spalla). Nei pressi della tragedia gli inquirenti hanno rinvenuto anche un braccialetto e un mazzo di chiavi, che presumibilmente potrebbero appartenere alla vittima. 

Al momento dell'estremo gesto, l'uomo indossava un pantalone marrone me una camicia scura. Al termine dei rilievi di rito, i resti del cadavere sono stati trasportati presso la camera mortuaria del cimitero della Città bianca, dove nelle prossime ore, su disposizione del pm di turno, Antonio Negro, saranno eseguiti gli esami autoptici.

La terribile tragedia ha causato, inevitabilmente, conseguenze  sul regolare circolazione dei Treni.  Bloccata per due ore la linea Lecce-Bari.  Per tutta la mattinata si è registrato  il rallentamento dei convogli, con forti disagi alla circolazione ferroviaria: sei i treni a lunga percorrenza che hanno accusato ritardi medi di 100 minuti. Lo hanno fatto sapere le Ferrovie dello Stato.

L'incidente è avvenuto alle 6.05, quando l'Intercity Lecce-Torino (partito attorno alle 5.20 dal capoluogo salentino e di passaggio senza fermata da Ostuni) ha travolto un uomo tra i cinquanta e i sessant'anni che si sarebbe lanciato sotto il convoglio, all'altezza della stazione di Ostuni.

Dalle 6.05 alle 8.23 la circolazione ferroviaria è stata interrotta su entrambi i sensi di marcia. Dopo circa un paio di ore è ripresa solo sul binario Nord in senso alternato. L'Intercity Lecce-Torino è ripartito dopo i rilievi compiuti dagli investigatori. Sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato di polizia di Ostuni, insieme al personale della Polizia ferroviaria di Brindisi. Le indagini sono coordinate dal Dirigente del Commissariato di pubblica sicurezza della Città bianca, Francesco Angiuli.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento