Tabaccheria assaltata da un bandito armato di pistola: rapinato anche un cliente

Un individuo ha fatto irruzione intorno alle ore 18 nella tabaccheria Iaia, situata presso la borgata di Serrranova, portando a casa un bottino di 250 euro. Al vaglio le telecamere

CAROVIGNO - Un bandito solitario armato di pistola ha assaltato intorno alle ore 18 di sabato (19 novembre) la tabaccheria Iaia situata presso la borgata di Serranova, nell'agro di Carovigno. Il malfattore, con  volto coperto da passamontagna, ha raggiunto l'attività commerciale a bordo di una moto da enduro. Sotto la minaccia dell'arma, ha costretto il proprietario a consegnargli il denaro contenuto nel registratore di cassa, paro a circa 200 euro. Poi si è impossessato anche del portafogli di un cliente, al cui interno si trovavano circa 50 euro. Una volta pago del bottino, si è dileguato per le vie limitrofe, sempre a bordo della moto. 

Sul posto si sono recati i carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni al comando del capitano Diego Ruocco. Le immagini riprese dalle telecamere di cui è dotato il negozio sono al vaglio degli investigatori. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Mensa scolastica Brindisi, chiusa l’inchiesta: cinque gli indagati

  • Economia

    Spiraglio nella vertenza Damarin-Cbs grazie alla Task force regionale

  • Cronaca

    “Sono io il rapinatore della gioielleria, gli altri non c’entrano”

  • Cronaca

    Cala Materdomini: tensione durante la demolizione di un'opera abusiva

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla statale 7: muore ex sindaco di San Vito

  • Morte ex sindaco: arrestato l'altro conducente, sotto effetto di alcol e droga

  • Auto si schianta contro un trattore sulla Brindisi-San Vito: un ferito

  • Brindisina uccisa a colpi di pistola in Brianza

  • Marijuana nello zaino: arrestata studentessa di 16 anni

  • Il commosso addio al professor Caiolo: "Una persona semplice, gli dobbiamo tanto"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento