giovedì, 24 aprile 15℃

Tagliava i capelli. E pure la droga

CISTERNINO - Specializzato in tagli speciali: shampoo, barba, capelli. Ma tra la forfora spunta la droga. Nella mattinata di oggi i militari dell'aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Fasano hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, Renato Semeraro, 40 enne incensurato, insospettabile parrucchiere per uomo, titolare del coiffeur "Stil Novo", in pieno centro a Cisternino, tra i più frequentati nel cuore della Valle d'Itria. L'acconciatore è ritenuto responsabile di attività di spaccio di sostanza stupefacente.

Nicola Quaranta31 marzo 2012

CISTERNINO - Specializzato in tagli speciali: shampoo, barba, capelli. Ma tra la forfora spunta la droga. Nella mattinata di oggi i militari dell'aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Fasano hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, Renato Semeraro, 40 enne incensurato, insospettabile parrucchiere per uomo, titolare del coiffeur "Stil Novo", in pieno centro a Cisternino, tra i più frequentati nel cuore della Valle d'Itria. L'acconciatore è ritenuto responsabile di attività di spaccio di sostanza stupefacente.

I Carabinieri, fin dalle prime ore dell'alba, sono stati impegnati in una serie di accertamenti: attività finalizzata a contrastare l'uso e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Tra gli obiettivi presi di mira, il locale di Semeraro, dove, già nei giorni addietro era stato notato uno strano andirivieni di giovani: affezionati del salone, che senza usufruire della prestazioni del novello "figaro", dopo essersi trattenuti alcuni minuti andavano via. Da ciò il dubbio, confermato dalla perquisizione, che tra shampoo, rasoi e saponi da barba il parrucchiere fosse munito di prodotti che niente hanno a che fare con le acconciature, ma che di certo procurano elevati guadagni.

I militari hanno infatti rinvenuto, all'interno di un mobiletto, 14 grammi di cocaina pura suddivisa in dosi pronte alla vendita, confezionate nelle più classiche "cipolline".

I carabinieri hanno così proceduto a ulteriore perquisizione domiciliare dove sono ritrovati altri 26 grammi di cocaina grezza, bilancino di precisione, strumenti per il taglio e confezionamento. Al termine del blitz, il barbiere è stato quindi tratto in arresto e su disposizione dell'autorità giudiziaria è stato associato presso la Casa circondariale di Brindisi.

cisternino
droga
parrucchiere

Commenti