Tentato omicidio in piazza: giovane raggiunto al mento da colpi di pistola

Si tratta di 28enne di Brindisi, ha riportato la frattura della mandibola: da quanto si apprende un proiettile si è fermato a pochi millimetri dalla trachea

Foto di Salvatore Barbarossa

BRINDISI - Tentato omicidio nella serata ieri, domenica 11 novembre, in piazza Raffaello a Brindisi dove un 28enne, Stefano Ostuni, è stato raggiunto da alcuni colpi di pistola all’altezza del mento e a una mano, rischiando la vita. È stato soccorso da un’ambulanza del 118, ha riportato la frattura della mandibola: da quanto si apprende un proiettile si è fermato a pochi millimetri dalla trachea. In nottata è stato sottoposto a intervento chirurgico per l’estrazione dello stesso e poi trasferito in un ospedale del Barese.

I fatti si sono verificati nei pressi di una pizzeria poco prima della mezzanotte. Almeno lì si è recata la polizia e il 118. A richiedere l’intervento dell’ambulanza sarebbero stati alcuni residenti della piazza notando il ragazzo sanguinante. Aveva ferite alla mano destra e al mento, ma da quanto si apprende non ha mai perso conoscenza.

scia di sangue per terra dopo ferimento a Brindisi-2

Sul posto si sono recate alcune pattuglie della Sezione volanti della questura di Brindisi e i colleghi della Scientifica per i rilievi del caso. Sono stati trovati due bossoli di cartucce per pistola semiautomatica e tracce di sangue che sono stati repertati. C'è una lunga scia di sangue nei pressi campo di rugby, a partire da una panchina: il giovane avrebbe percorso diverse decine di metri a piedi sanguinante.

VIDEO

Sul caso indaga la Squadra mobile, e al momento non si esclude alcuna ipotesi. Il ragazzo è stato interrogato dai poliziotti nella stessa serata di ieri. Abita nella zona, ha precedenti per reati contro la persona. Si valuta ogni possibilità, riguardo il movente: potrebbe trattarsi di una vicenda riguardante direttamente la vittima, ma un fratello, il padre e uno zio del ferito sono attualmente detenuti per condanne definitive in un processo nato da una indagine della Direzione distrettuale antimafia di Lecce sui clan della Scu in città. Gli investigatori sono obbligati pertanto anche a valutare l'ipotesi di una eventuale azione trasversale.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Vivo da oltre quarant'anni nel quartiere Sant'Elia e di queste notizie ne ho purtroppo ascoltate tantissime , eppure ogni volta è una ferita forte al cuore ! Sono le strade che frequentiamo e soprattutto la gente che abitualmente incontriamo , nei negozi , nelle piazze, nei vicoli, negli autobus di Linea, nelle scuole, nelle parrocchie , ( sono infatti due le parrocchie nel quartiere ) ! Amo il mio quartiere , la sua gente. . . avevo nove anni quando con la mia famiglia ci trasferimmo dal centro storico a Sant’Elia . Penso alle due grandi Agenzie educative presenti nel quartiere : 1) la Scuola ( con i suoi tre gradi : Infanzia , Primaria e Secondaria di primo grado ) , frequentata da centinaia di ragazzi e rispettivi genitori , 2) le due Parrocchie , frequentate da centinaia di famiglie . Entrambe le “Agenzie” dovrebbero lavorare insieme , collaborare tra loro per gli stessi obbiettivi : educare alla Legalità, al Rispetto degli altri , all’ Amore verso tutti , alla Generosità reciproca , alla Pace ! Quanti “ Progetti “ sulla “carta” , riconosciuti dallo Stato , con tanto di approvazione; Quanti “ Incontri “ ufficiali con Assessori e sindaci ; Quante “ Cene di Beneficenze “ ecc. . . Ma chi sa parlare davvero al CUORE dei RAGAZZI e alle loro FAMIGLIE ? Il segreto è saper parlare al loro cuore dei ragazzi , ogni giorno , nelle aule scolastiche , ogni domenica tra i banchi delle chiese , nelle aule parrocchiali ! ! ! Impariamo a parlare , con amore , al cuore dei ragazzi , non dall’ “alto di una cattedra” , ma da un cuore “ chinato “ verso di loro , per un servizio vero e sincero ! ! ! Sono insegnante da 31 anni e di ragazzi me ne intendo .

Notizie di oggi

  • Cronaca

    “Ero io quello armato nella gioielleria: pistola vera, ho esploso due colpi in alto”

  • Cronaca

    Spaccio, vandalismo e schiamazzi: parco Cesare Braico chiuso di notte

  • Cronaca

    Trovate tele rubate a pittrice palestinese: una denuncia per ricettazione

  • Economia

    Scuole, strade ed edifici pubblici: "Contributo statale per 15 Comuni"

I più letti della settimana

  • Rapina con spari nella gioielleria del centro commerciale. Presi i banditi

  • Assalto nella gioielleria Stroili: ecco chi sono gli arrestati

  • Colpi di pistola in Largo Concordia: un ferito tra i giovani del sabato notte

  • Settimana corta alla scuola media: "Docenti ignorati". E' scontro

  • Auto si schianta contro palo e travolge veicoli in sosta: grave un giovane

  • Assalto all'alba a un Tir che trasportava tabacchi: ferito il conducente

Torna su
BrindisiReport è in caricamento