Topi d'appartamento intercettati dopo un furto: inseguimento nelle campagne

Tre banditi a bordo di un'auto rubata si sono dileguati nelle campagne di Ceglie Messapica dopo un inseguimento ingaggiato con i carabinieri. Non si esclude che possa trattarsi degli stessi individui che poche ore prima, intorno alle 20 di domenica (28 settembre) avevano svaligiato una villetta estiva situata in contrada Giuseppe Nisi

La stazione dei carabinieri di Ceglie Messapica

CEGLIE MESSAPICA – Tre banditi a bordo di un'auto rubata si sono dileguati nelle campagne di Ceglie Messapica dopo un inseguimento ingaggiato con i carabinieri. Non si esclude che possa trattarsi degli stessi individui che poche ore prima, intorno alle 20 di domenica (28 settembre) avevano svaligiato una villetta estiva situata in contrada Giuseppe Nisi. I proprietari dell’abitazione si sono accorti del furto intorno alle 20,30.

Per fortuna, i ladri sono riusciti a mettere le mani solo su alcuni articoli di bigiotteria, racimolando un magrissimo bottino. Informato subito dell’accaduto, il comandante della locale stazione, Giovanni Camarda, ha disposto delle pattuglie lungo la strada provinciale per Cisternino. E circa 30 minuti dopo la mezzanotte, un equipaggio ha intercettato un’Alfa Romeo Giulietta di colore nero con tre uomini a bordo, che procedeva in maniera sospetta.

I militari hanno intimato l’alt. I malfattori, anziché obbedire al comando, hanno tirato dritto. Le forze dell’ordine, senza indugio, hanno cominciato a tallonare il veicolo, fino a quando i balordi non hanno imboccato una stradina senza uscita. A quel punto, hanno abbandonato il mezzo e si sono dati alla macchia a piedi.

Nell’auto sono stati trovati vari oggetti da scasso, fra i quali un flessibile e delle barre di ferro. Da un primo controllo è emerso che l’Alfa risultava oggetto di un furto perpetrato lo scorso luglio a Lecce. Alcuni numeri di targa erano stati contraffatti con un pennarello. La carrozzeria originale, di colore bianco, è stata riverniciata di nero.

Le ricerche dei fuggitivi sono proseguite tutta la notte. La macchina e gli “attrezzi del mestiere” sono stati posti sotto sequestro. Grazie all’intervento dei carabinieri, con ogni probabilità, sono stati sventati altri furti nelle campagne cegliesi. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultraleggero pilotato da brindisino si schianta su muretto

  • Terremoto di magnitudo 5.8 presso Durazzo, paura nel Brindisino

  • Lite in strada finisce con accoltellamento: un ferito e un arresto

  • Traffico di droga, otto brindisini sotto processo dopo verbali dei pentiti

  • L'autofficina era abusiva: scattano denuncia e sequestro

  • Cocaina per mezzo milione di euro: brindisino condannato a sette anni

Torna su
BrindisiReport è in caricamento