Torre San Gennaro perde un pezzo di storia: Olindo non c'è più

E' scomparso all'età di 90 anni Olindo Messito il fondatore dello storico bar della marina di Torre San Gennaro. Domani i funerali

TORCHIAROLO – La sua ultima estate, come tutte le belle stagioni da decine di anni a questa parte, l’ha trascorsa nel suo bar, il chiosco sul mare che fondò insieme all’amata moglie Letizia nei lontani anni ’70. Vigile e attento come sempre, sopraffatto dagli acciacchi dell’età avanzata ma in piedi, con gli occhi vispi a “controllare” l’operato di figli e nipoti. Mani dietro la schiena, negli ultimi tempi appoggiate su un bastone. Camicia a maniche corte. Lo ricorderanno così, quanti lo hanno conosciuto, Olindo Messito, noto come “Lindu”, scomparso nel tardo pomeriggio di oggi all’età di 90 anni nella sua casa di Torchiarolo. Il fondatore dello storico chiosco di Torre San Gennaro, marina del Comune di Torchiarolo.

olindo cafè san gennaro-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il bar dove c'è sempre il calcio balilla e i giochi per i bambini. Uno dei primi bar della località balneare a sud di Brindisi. Nacque come un chioschetto fatto di canne che inizialmente offriva solo granite, caffè e panini farciti. Un rifugio per molti durante tutto l’anno. Pescatori e amanti del mare d’inverno. Operai che trascorrevano la pausa pranzo guardando le onde, famiglie e comitive di giovani. I panini di Olindo e Letizia erano i più gettonati, i più saporiti. Oggi il chioschetto è diventato un bar-pizzeria con vista mare, in passato è stato anche sala giochi ed edicola, gestito da figli, nipoti e pronipoti, bambini che sono diventati genitori, da “Chiosco te lu Lindu” è diventato “Olindo Cafè”, ma sempre sotto la supervisione di nonno Olindo, che ora continuerà a vigilare dall’alto. Con il suo sguardo buono.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spari contro il balcone di un'abitazione: feriti marito e moglie

  • Giovane malmenata in strada: carabiniere fuori servizio blocca fidanzato violento

  • Notte movimentata: rissa tra giovani e spari contro un'auto

  • Brindisi: i carabinieri scoprono undici furbetti del reddito di cittadinanza

  • Furti d'auto in trasferta: identificati e arrestati due brindisini

  • Ostuni torna a popolarsi di vip, fra cantanti ed ex campioni del mondo

Torna su
BrindisiReport è in caricamento