Traffico di immigrati clandestini: la giustizia presenta il conto a un tunisino

E’ stato arrestato a Bologna un tunisino di 49 anni, Emin Senturk, sul cui capo gravava un ordine di carcerazione emesso dalla procura della Repubblica di Brindisi per associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento dell’immigrazione clandestina. L’uomo deve scontare una pena residua di sei anni e due mesi. I reati sono stati commessi a Roma, Milano, Bolzano, Crotone e Foggia

BRINDISI – E’ stato arrestato a Bologna un tunisino di 49 anni, Emin Senturk, sul cui capo gravava un ordine di carcerazione emesso dalla procura della Repubblica di Brindisi per associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento dell’immigrazione clandestina. L’uomo deve scontare una pena residua di sei anni e due mesi. I reati sono stati commessi a Roma, Milano, Bolzano, Crotone e Foggia. 

Oltre al carcere, deve anche pagare una pena pecuniaria di 405mila euro. Nel 2010, l'uomo era stato coinvolto nell'operazione “Human carriers” coordinata dall'Interpol, che aveva smantellato una organizzazione criminale dedita al traffico di immigrati clandestini, soprattutto curdo-iracheni. Lo straniero è stato ammanettato della polizia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva smarrito la bici e scritto un biglietto per ritrovarla: la polizia gliene regala una nuova

  • La spiaggia libera? E' mia, e me la gestisco io

  • Dal cantiere alle campagne: arrestati i vertici dell'Anonima rifiuti

  • Spaventoso incidente sulla strada provinciale: due persone ferite

  • Litoranea, scatta sosta selvaggia: parcheggi comunali ignorati

  • Ladri di angurie in trasferta nel Leccese: bloccati dopo un inseguimento

Torna su
BrindisiReport è in caricamento