Traghetto in fiamme tra Corfù e Puglia: soccorsi partiti all'alba da Brindisi

Un incendio e' scoppiato alle 4,30 di questa mattina sulla nave ro-ro Norman Atlantic, battente bandiera italiana, partita dal porto greco di Igoumenitsa e diretta ad Ancona, quando il traghetto si trovava a 33 miglia dall'isola di Othoni

La Norman Atlantic in fiamme

BRINDISI - Un incendio e' scoppiato alle 4,30 di questa mattina sulla nave ro-ro Norman Atlantic, battente bandiera italiana, partita dal porto greco di Igoumenitsa e diretta ad Ancona, quando il traghetto si trovava a 33 miglia dall’isola di Othoni, nel piccolo arcipelago davanti a Corfù, e a 22 miglia da Valona. A bordo della nave erano imbarcati 411 passeggeri e 55 membri dell'equipaggio. Secondo quanto riferiscono fonti greche i passeggeri sarebbero radunati sul ponte per facilitare le operazioni di salvataggio, rese complicate dalle difficili condizioni meteorologiche caratterizzate da pioggia e da raffiche di scirocco di forte intensità, e mare grosso.

Le prime scialuppe sarebbero già state calate in mare con a bordo centinaia di persone, mentre altre 150 sarebbero già state portate in salvo su altre imbarcazioni. Due navi sono già arrivate sul posto, la Cruise Europa e la Spirit of Piraeus. Ma le condizioni avverse impediscono l'avvicinamento al traghetto per effettuare il trasbordo dei passeggeri. L'incendio, che pare sia divampato nel garage della nave, dove si trovano Tir e auto, ha costretto il comandante a fermare la nave al largo dell'isola greca di Corfu', in acque greche, quindi spetta alle autorità di Atene coordinare i soccorsi.

Un telegiornale greco in diretta sull'incendio del traghetto-2Ma l’autorità marittima ellenica ha chiesto subito anche l’intervento di quella italiana, e da questo versante ora le operazioni di soccorso sono coordinate dalla Guardia Costiera – Direzione marittima di Bari, che ha mobilitato tutti i mezzi a disposizione. Il traghetto e' gestito dall'operatore marchigiano Agenzia Archibugi. Da Brindisi sono uscite le motovedette della Guardia Costiera, un rimorchiatore d’altura dell’impresa Barretta e una motovedetta dei vigili del fuoco. Due squadre di soccorso dei vigili del fuoco sono imbarcate sul rimorchiatore e sulla motovedetta. Da Grottaglie è decollato un elicottero della Marina Militare (Nell'immagine, un tg greco in diretta sui soccorsi).

Il comandante del traghetto Norman Atlantic ha ordinato l'abbandono nave dopo aver verificato che non si poteva estinguere l'incendio scoppiato nel garage. Circa 150 delle 400 persone che si trovano a bordo tra passeggeri ed equipaggio, sono riuscite a passare nelle scialuppe mentre il resto dei passeggeri si era invece rifugiatosui ponti superiori del traghetto perchè un black-out pare abbia impedito di calare in mare gli altri mezzi di salvataggio. Secondo le tv greche, alle quali sono pervenute numerose chiamate dai passeggeri ellenici imbarcati sulla Norman Atlantic, alcune scialuppe sarebbero state distrutte dalle fiamme.

La zona dei soccorsi-2Aggiornamento ore 09.15 - La motovedetta dei vigili del fuoco sta rientrando in porto a Brindisi per le avverse condizioni del mare. Prosegue invece la navigazione verso la zona critica la motovedetta della Guardia Costiera, ed un secondo rimorchiatore dell'impresa Barretta ha lasciato gli ormeggi per partecipare alle operazioni di salvataggio. Decollati anche altri due elicotteri della Marina Militare dalla base di Catania. Nel frattempo sembra che si sia riusciti a mettere in salvo altri passeggeri. Una delle navi dirottate in zona, presumibilmente la Spirit of Piraeus, sta facendo rotta verso la Grecia con un primo contingente di passeggeri tratti in salvo, mentre la Cruise Europa dovrebbe sbarcare a Bari le altre persone prese a bordo (Nell'immagine, la zona dei soccorsi).

Aggiornamento ore 09.30 - La Norman Atlantic è lunga 186 metri ed è stata costruita nel 2009. Nel Basso Adriatico è in corso una burrasca forza 9 con vento da sud e mare molto agitato. Si prevede una attenuazione sino a forza 7. Sono le queste le condizioni in cui stanno operando i soccorsi. In zona si trovano anche elicotteri della guardia costiera greca, mentre la Guardia Costiera italiana ha fatto uscire anche una motovedetta da Otranto e una da Leuca. Le operazioni in zona sono coordinate dalle autorità greche. Tra i primi passeggeri tratti in salvo ci sono donne e bambini.

La Norman Atlantic 2-4Aggiornamento ore 10.00 - I rimorchiatori usciti da Brindisi, entrambi dell'impresa Fratelli Barretta, sono il Marietta Barretta, che è stato il primo a prendere il largo e si trova a metà della rotta verso la Norman Atlantic, e il Tenax, salpato circa un'ora fa. "Le nostre scarpe avevano iniziato a fondersi mentre eravamo nella zona della reception", ha raccontato per telefono alla tv greca Mega uno dei passeggeri della Norman Atlantic tratti in salvo. L'incendio nel garage ha surriscaldato le paratie di tutta la nave .

Aggiornamento ore 10.15 - Secondo fonti elleniche, sono 55 i passeggeri trasferiti sul mercantile Spirit of Piraeus, tra i quali donne e bambini, mentre altri 150 sono su una scialuppa di salvataggio. Nella zona, ci sono già sette unità di soccorso e due navi dei vigili del fuoco greci sono state inviate nell'area. La nave in questo momento si trova in un punto molto più vicino all'Albania lungo la direttrice tra Valona e Brindisi.

Aggiornamento ore 11.00 - Sembra la giornata degli incidenti gravi in mare. Ci sarebbero diversi feriti e alcuni dispersi in una collisione avvenuta tra due motonavi all'uscita del lungo porto canale di Ravenna. Diversi mezzi della Capitaneria di porto di Ravenna e del 118 sono impegnati in attività di soccorso. Sul molo si sono concentrate alcune ambulanze in attesa dell'arrivo dei naufraghi. Undici sarebbero secondo alcune fonti le persone disperse. Uno dei mercantili è semi-affondato. Lo rende noto la capitaneria di porto locale. Tra le ipotesi del naufragio, la scarsa visibilità. Si tratterebbe di due navi battenti bandiera turca (nella foto a destra, Le traiettorie seguite dai mezzi di soccorso che si stanno recando sul luogo dell'incendio).

La squadra dei vigili del fuoco imbarcata sull'Asmara-2Aggiornamento ore 11.20 - Secondo alcune fonti, nel corso delle operazioni di soccorso sarebbe rimasto ferito leggermente un uomo dell'equipaggio di una motovedetta della Guardia Costiera di Otranto. Un elicottero dell'84.mo Gruppo Sar ha invece trasportato a Galatina un passeggero del traghetto Norman Atlantic in stato di ipotermia. In questo momento si sta cercando un'altra persona caduta in acqua durante l'evacuazione della nave in fiamme. La nave sarebbe ingovernabile e sta scarrocciando verso la costa albanese. In questo caso sarà decisivo l'intervento dei rimorchiatori appena saranno in zona. L'incendio è ancora in corso: il comandante della nave ha comunicato alla centrale operativa della Guardia Costiera a Roma che ci sono focolai attivi, ma contenuti. Tuttavia il mare in burrasca sta impedendo ancora ai soccorritori di salire a bordo (Nella foto, una squadra dei vigili del fuoco di Brindisi imbarcata sull'Asmara).

Immagine presa dalla tv greca Skai 2-2Aggiornamento ore 11.50 - Al momento in zona ci sono, oltre alle motovedette greche e italiane, un elicottero dell'84 Gruppo Sar, sempre le navi Europa Cruise e Spirit o Piraeus, alle quakli si sono aggiunte la nave ro-ro italiana Forza, la nave cisterna greca Evinos, la Salvinia e la portarinfuse Evy Jeannette. Sono giunti a poche miglia anche i due rimorchiatori brindisini dell'impresa Barretta, Tenax e Marietta Barretta. La Norman Atlantic è di proprieta' di Visemar di Navigazione che ha sede a Bari. E' stata prima noleggiata dal varo ad oggi alla società T-Link, quindi a Siremar, poi a Gnv e a Moby, quindi a LD Lines e più di recente a Caronte and Tourist (Una immagine inviata alla tv greca Skai da un passeggero).

Aggiornamento ore 13.00 - E' salpato da Brindisi anche un terzo rimorchiatore dell'impresa Fratelli Barretta, l'Asmara, mentre in zona soccorsi si trovano già il Marietta Barretta e il Tenax . L'aeronautica Militare intanto ha diffuso il seguente comunicato: "Due elicotteri del soccorso aereo dell’Aeronautica Militare sono impegnati da questa mattina nelle delicate fasi di soccorso ai passeggeri e all’equipaggio del traghetto italiano Norman Atlantic, che ha dichiarato emergenza all’alba a causa di un incendio divampato a bordo mentre era in navigazione sulla rotta che da Patrasso lo avrebbe condotto ad Ancona. Le operazioni di soccorso, coordinate dalle autorità greche e italiane (Maritime Rescue Sub Center di Bari), sono rese particolarmente complesse dalle condizioni meteorologiche: al momento si rilevano oltre 50 nodi di vento e mare forza 7-8".

Immagine presa dalla tv graca Skai 3-2"Il primo elicottero, di stanza all’84° Centro Sar (Search and Rescue/Ricerca e Soccorso) di Gioia del Colle, è intervenuto su input del Comando Operazioni Aeree - Rescue Coordination Center di Poggio Renatico alle 7.35 circa ed ha recuperato con il verricello un naufrago ferito a bordo di un battellone di emergenza calato in mare dal traghetto. L’uomo, le cui condizioni non destano preoccupazione, è stato trasportato presso l’infermeria della base aerea di Galatina - Lecce, sede del 61° Stormo dell’Aeronautica Militare, aperta straordinariamente per dare supporto ai vari mezzi aerei impegnati nelle operazioni di soccorso. Attualmente sono due gli elicotteri HH-139 dell’Aeronautica Militare in volo sul luogo dell’emergenza, con a bordo team di aero-soccorritori specializzati in questo genere di interventi" (Nella foto, il traghetto in fiamme).

Aggiornamento ore 13.10 - Altri otto passeggeri, fra cui tre bimbi fra i 2 e i 3 anni con le mamme, sono giunti a Galatina a bordo di un elicottero HH-3F del Sar. Sta facendo rotta sulla zona anche la nave anfibia italiana San Giorgio. La corsa ormai è contro il tempo per completare il salvataggio. La Norman Atlantica sta infatti cominciando ad inclinarsi.

Aggiornamento ore 14.30 - I passeggeri imbarcati dopo il salvataggio sulla nave portacontainer Spirit of Piraeus, battente bandiera di Singapore, potrebbero essere sbarcati nel porto di Brindisi o di Otranto. Da Brindisi è salpata da poco la nave anfibia San Giorgio della Marina Militare. Sulla Norman Atlantic si trovavano 50 italiani tra passeggeri e membri dell'equipaggio, le altre persone sono greci, albanesi e bulgari. I passeggeri al momento in salvo sono 111: nove portati a Galatina dagli elicotteri, 49 si trovano sulle navi mercantili  Spirit of Piraeus, 36 sulla Aby Jeannette e17 sulla Cruise Europa.

Aggiornamento delle 15.20 - Fonti dei vigili del fuoco di Brindisi, che hanno tre squadre imbarcate sui rimorchiatori dell'impresa Fratelli Barretta, due delle quali impegnate nell'azione di spegnimento sottobordo alla Norman Atlantic, confermano che la nave si presenta inclinata su una fiancata con un'angolazione che non permette di calare in mare le scialuppe non toccate dal fuoco, che si trovano dalla parte opposta. Nessuno dei soccorritori è riuscito ancora a salire a bordo, dove si trovano circa 350 tra passeggeri e membri dell'equipaggio, e le condizioni meteo proibite stano rendendo estremamente difficile agganciare la nave da parte dei rimorchiatori Marietta Barretta e Tenax. A Brindisi intanto all'ospedale Antonio Perrino è in pre-allarme il personale del reparto Grandi ustionati, nel caso fosse necessario soccorrere passeggeri feriti nell'incendio. Al momento non vi sono però richieste.In zona operazioni si trova anche il rimorchiatore Aline-B, che opera tra Brindisi e la piattaforma petrolifera Aquila 2 dell'Eni.

Aggiornamento ore 15.55 - La situazione a bordo del traghetto Norman Atlantic resta drammatica. Erano 422 i passeggeri e 56 membri dell'equipaggio imbarcati (44 italiani, 268 greci, 54 turchi, 22 albanesi, 18 tedeschi, dieci svizzeri, 9 francesi e alcuni russi, austriaci, britannici e olandesi), ora alla deriva a poco meno di 40 miglia nautiche da Otranto e a poco più di 12 da Valona, e ancora in fiamme anche se fonti greche parlano di incendio circoscritto. Il salvataggio dei passeggeri avviene esclusivamente con glie elicotteri italiani e greci, che avvicendano in zona in base alle esigenze di rifornimento. Ogni operazione di recupero richiede 15 minuti, secondo il Ministero della Difesa greco.

Il portavoce della Guardia marina greca ha detto che le forti piogge hanno ostacolato le operazioni di salvataggio ma hanno contribuito a sedare le fiamme, sebbene la nave stia ancora bruciando. Il fuoco e' ora sotto controllo, e in zona sono arrivate due navi cisterne, una delle quali e' riuscita ad avvicinarsi al traghetto per gettare acqua sull'incendio. La Marina Militare ha imbarcato a Grottaglie su uno dei suoi elicotteri, un EH101 che era rientrato per fare rifornimento, due ufficiali piloti e un ufficiale medico da trasferire sul mercantile Cruise Europa, a bordo della quale gli elicotteri che fanno la spola dal traghetto trasferiscono man mano i naufraghi messi in salvo.

Aggiornamento ore 16.05 - Tre persone tra quelle tratte in salvo nella zona dei soccorsi al traghetto italiano Norman Atlantic sono state trasferiti in elicottero all'aeroporto militare Pierozzi di Brindisi, per essere ricoverati in stato di ipotermia all'ospedale Perrino. Le ambulanze sono scortate da pattuglie dei carabinieri. Altre otto persone sono state sbarcate dagli elicotteri a Galatina, tre in arrivo in serie condizioni a Otranto due dei quali marinai della Capitaneria.

Aggiornamento ore 16.35 - Oltre a due minorenni, due ragazze greche, e a un adulto albanese, già ricoverati al Perrino, sono in arrivo a Brindisi altre tre naufraghi, tra i quali una donna in stato interessante. Intanto arriva la prima notizia di una persona deceduta: il corpo è stato recuperato in mare. La salma è a bordo di una motovedetta diretta ad Otranto, assieme a due feriti.


 

 

Potrebbe interessarti

  • Blatte e scarafaggi, come allontanarli

  • Anguria, antiossidante: proprietà, benefici e controindicazioni

  • Stp: rinnovate tutte le corse per le marine della provincia

  • Cicloturismo a Brindisi e provincia: le associazioni crescono

I più letti della settimana

  • Tragedia in campagna: donna rimane incastrata in una vecchia fornace, muore in ambulanza

  • Incidente mortale sul cavalcavia: condannato per omicidio stradale

  • Frattura il naso e lo zigomo alla fidanzata, soccorsa da automobilista

  • Furgone imbottito di marijuana: 218 chili, un arresto

  • Chiuso sulla costa ristorante avviato senza autorizzazione comunale

  • Brindisi Multiservizi: ecco la graduatoria degli idonei all'assunzione

Torna su
BrindisiReport è in caricamento