Tranciato il cavo a fibre ottiche della Asl: Cup e anagrafe bloccati

Incidente in un cantiere in via Dalmazia. Servizi purtroppo fermi sino al ripristino della linea

BRINDISI - Mentre effettuava lavori stradali, un mezzo meccanico dell'impresa incaricata ha tranciato il cavo a fibre ottiche che veicolava anche il traffico internet della sede Asl di via Dalmazia, a Brindisi. L'Azienda sanitaria locale pertanto è stata costretta a sopendere alcuni servizi di base, come le prenotazioni: "Si informa l’utenza che a causa di lavori in corso nelle vicinanze della sede del Distretto socio-sanitario di via Dalmazia a Brindisi, estranei a questa azienda, si è verificata una interruzione della rete internet a partire dalla giornata di lunedì 7 maggio. Pertanto non sarà possibile effettuare alcune operazioni presso gli sportelli Cup e anagrafe fino a ripristino della rete. La ditta intervenuta  - fa sapere ancora la Asl - assicura che è in corso l'intervento con opere di scavo su strada per il ripristino del cavo in fibra ottica, e proseguirà ad oltranza fino a risoluzione. Le visite già prenotate saranno regolarmente effettuate. Ci scusiamo con gli utenti per gli eventuali disagi". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

  • Assembramenti e spiagge libere: come si stanno organizzando i Comuni

Torna su
BrindisiReport è in caricamento