Acquista Audi A4 su internet ma dopo la caparra il venditore sparisce

C’è anche un cittadino di Fasano tra le vittime di una truffa on line smascherata dal personale del commissariato di Polizia di Monopoli

FASANO – C’è anche un cittadino di Fasano tra le vittime di una truffa on line smascherata dal personale del commissariato di Polizia di Monopoli, Ba, che ha portato alla denuncia di un 44enne di Verona e due siciliani, un 22enne e un 27enne. Tutti soggetti già noti alle forze dell’ordine. L’acquirente fasanese è stato truffato circa l’acquisto di un’Audi A4 messa in vendita su internet dal 44enne.

L’uomo “a seguito di una breve trattativa, aveva anticipato con un bonifico bancario la cifra di 1.100 euro, ma dopo numerosi solleciti, il “finto” venditore è sparito nel nulla. L’autore della frode, in questo caso, aveva utilizzato utenze telefoniche fittiziamente intestate a cittadini pakistani credendo di non poter essere rintracciato”. Spiegano i poliziotti in una nota.

“Sono state svolte complesse indagini patrimoniali ed effettuati numerosi accertamenti con lo sviluppo dei numerosi dati tecnici acquisiti e il riscontro riferito alla documentazione dell’autovettura proposta in vendita che era stata illecitamente artefatta. Le attività poste in essere dal Settore anticrimine del commissariato di Monopoli hanno, in definitiva, consentito di identificare e denunciare l’autore del reato”.

Una seconda indagine “informatica” ha riguardato un cittadino monopolitano che in rete aveva pensato di acquistare per la cifra di 100 euro delle cuffie “Beats”. In questo caso la truffa era stata realizzata da due giovani siciliani, della provincia di Catania, che si erano fatti caricare una carta Postepay dell’intera cifra pattuita.

“Nonostante gli sforzi operativi della Polizia di Stato, il fenomeno delle truffe in rete continua ad essere segnalato in continuazione. E’ necessaria una cautela sempre più elevata per chi effetta acquisti da privati, ai quali, pur di proseguire la trattativa può essere utile inviare acconti non significativi al fine eventuale di limitare i danni in caso di truffa e di verificare con tutti gli strumenti possibili recensioni del venditore”.

Potrebbe interessarti

  • Musica dei locali: nuovi orari per costa e centro urbano

  • L’albicocca, antico frutto della fertilità

  • Come riparare le piante dal caldo estivo e dal sole

  • Librerie fai da te: alcune idee

I più letti della settimana

  • Accoltellamento mortale dopo furibonda lite tra consuoceri

  • Vino sofisticato: undici arresti e quattro cantine sequestrate

  • Altri temporali in arrivo, l'allerta meteo passa ad arancione sulla costa

  • Auto fuori controllo sulla provinciale: un uomo perde la vita

  • Aste giudiziarie, pressioni e minacce ai partecipanti: quattro arresti

  • Fuochi d'artificio al matrimonio: colpito al volto, perde un occhio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento