mercoledì, 23 aprile 15℃

Uds: "Scuola presidio di legalità"

BRINDISI - E' prevista per oggi pomeriggio un'assemblea di tutti gli studenti che avrà luogo nel centro di Brindisi. A precedere l'assemblea sarà un corteo che partirà da piazza della Vittoria alle ore 17, l'evento è stato organizzato dai rappresentanti delle scuole superiori dell'Uds di Brindisi, chiamando a raccolta tutti gli studenti della regione. Dopo la drammatica vicenda di sabato 19 maggio, dove una studentessa di sedici anni ha perso la vita mentre si recava a scuola, gli studenti di tutto il Salento si ritagliano uno spazio per riflettere, per non dimenticare e per ragionare sugli eventi e le problematicità legate alla legalità, per affermare la volontà di rimanere attivi sul territorio.

no22 maggio 2012

BRINDISI - E' prevista per oggi pomeriggio un'assemblea di tutti gli studenti che avrà luogo nel centro di Brindisi. A precedere l'assemblea sarà un corteo che partirà da piazza della Vittoria alle ore 17, l'evento è stato organizzato dai rappresentanti delle scuole superiori dell'Uds di Brindisi, chiamando a raccolta tutti gli studenti della regione. Dopo la drammatica vicenda di sabato 19 maggio, dove una studentessa di sedici anni ha perso la vita mentre si recava a scuola, gli studenti di tutto il Salento si ritagliano uno spazio per riflettere, per non dimenticare e per ragionare sugli eventi e le problematicità legate alla legalità, per affermare la volontà di rimanere attivi sul territorio.

A tal proposito, Martina Carpani, rappresentante provinciale degli studenti delle scuole superiori dell' Uds, ha commentato l'evento con queste parole: "Ragazzi. Partecipare è importantissimo! Potremo esprimere tutte le nostre emozioni, discutere su cosa si è fatto nelle scuole ieri ed oggi e trovare insieme soluzioni concrete dal basso per riqualificare la scuola e renderla un presidio di legalità e democrazia. Dobbiamo farlo, ora fino alla fine dell'anno, e per sempre. Non possiamo permettere che tutto finisca quando le telecamere saranno spente. Melissa sarà sempre con noi e merita un territorio in cui sarebbe orgogliosa di vivere." Gli organizzatori invitano, nel rispetto delle vittime, a non esporre bandiere o simboli appartenenti a partiti politici o associazioni riconosciute.

attentato
Melissa
Scuola
Uds

Commenti