Ultim'ora/ Sparatoria al Paradiso

BRINDISI – Forzano il posto di blocco e la polizia spara in aria per fermare la fuga. Sparatoria al quartiere Paradiso intorno alle 21.30. Via Torretta, un’Alfa 156 sta percorrendo la strada quando incrocia un posto di blocco degli agenti della sezione Volanti. I poliziotti intimano l’alt, ma l’auto - di colore grigio - non si ferma e lo forza. Gli agenti come da procedura aprono il fuoco in aria come deterrente.

Volanti

BRINDISI – Forzano il posto di blocco e la polizia spara in aria per fermare la fuga. Sparatoria al quartiere Paradiso intorno alle 21.30. Via Torretta, un’Alfa 156 sta percorrendo la strada quando incrocia un posto di blocco degli agenti della sezione Volanti. I poliziotti intimano l’alt, ma l’auto - di colore grigio - non si ferma e lo forza. Gli agenti come da procedura aprono il fuoco in aria come deterrente.

Inizia un breve inseguimento al termine del quale, sembra – dalle scarne indiscrezioni trapelate – i poliziotti siano riusciti a mettere le mani sulla vettura a bordo della quale viaggiavano tra i quattro o i cinque uomini che si sarebbero dileguati nelle campagne circostanti facendo perdere le tracce con l’aiuto del buio. Sul posto alle ricerche – ancora in corso e che probabilmente si protrarranno per tutta la notte - estese fino ai pressi dell’Aeroporto, stanno collaborando anche i carabinieri.

Alcuni residenti della zona avrebbero udito in volo anche un elicottero. Gli investigatori non escludono che a bordo dell’auto ci fosse una banda dei rapinatori che alla vista della volante avrebbe prima decelerato per poi accelerare nuovamente forzando il blocco di polizia che ultimamente sta restringendo il campo attorno ad alcuni soggetti, peraltro già recidivi, come nel caso della notte scorsa di Antonio Fabrizio Bianco, il 30enne bloccato all’arrivo in casa con pistola e gioielli scottanti, appena rubati in una abitazione del quartiere Casale.

Il dispositivo teso dalle forze dell’ordine è particolarmente capillare per scovare i malviventi dediti in particolare ai furti e alle rapine. Soprattutto dopo quella di una violenza senza recenti precedenti ai danni dei coniugi Scialpi, marito e moglie si trovano da quasi tre giorni, ancora in prognosi riservata dopo le violenze e le gambizzazioni subite. E i banditi sono ancora in giro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente nella notte, quattro giovani feriti. "Ringrazio i medici"

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Furto di trattore si conclude con inseguimento, incidente e arresto

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Brindisi: al Perrino impiantato nuovo neurostimolatore in paziente affetto da Parkinson

Torna su
BrindisiReport è in caricamento