Un altro spacciatore trasfertista preso a Taranto. E' un latianese

TARANTO – Quattro dosi di droga suddivisa tra eroina e cocaina e una dose di metadone – probabilmente destinata ad essere rivenduta - nascosti all’interno di una tasca della tuta. Finisce così in cella per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente Alfonso Palazzo, 32enne, di Latiano, operaio, con precedenti. Ad ammanettarlo i carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di Taranto, nel pomeriggio di ieri, in prossimità del “Ponte di pietra” in via Cristoforo Colombo a Taranto, in flagranza di reato.

TARANTO – Quattro dosi di droga suddivisa tra eroina e cocaina e  una dose di metadone – probabilmente destinata ad essere rivenduta - nascosti all’interno di una tasca della tuta. Finisce così in cella per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente Alfonso Palazzo, 32enne, di Latiano, operaio, con precedenti. Ad ammanettarlo i carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di Taranto, nel pomeriggio di ieri, in prossimità del “Ponte di pietra” in via Cristoforo Colombo a Taranto, in flagranza di reato.

I militari guidati dal tenente Pietro Francesco Laghezza lo hanno sorpreso nel corso di uno dei tanti controlli in città che sono stati messi in atto per rendere la Pasqua più sicura ai tarantini. Una pattuglia ha fermato la Fiat Punto condotta da Palazzo. Il conducente ha immediatamente mostrato segni d’insofferenza destando sospetti, per cui i carabinieri hanno deciso di perquisirlo e di controllare anche il veicolo.

L’esito è stato positivo perché Palazzo nascondeva all’interno dei calzini quattro dosi di sostanza stupefacente suddivisa in eroina e cocaina, mentre una dose di metadone destinata ad essere probabilmente rivenduta era celata all’interno di una tasca della tuta. La somma di denaro in contanti rinvenuta all’interno del portafogli (circa 150 euro) è stata ritenuta provento di spaccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accompagnato presso gli uffici di Viale Virgilio, il latianese è stato dichiarato in arresto e successivamente spedito nel carcere di Taranto a disposizione del sostituto procuratore di turno, Enrico Bruschi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva smarrito la bici e scritto un biglietto per ritrovarla: la polizia gliene regala una nuova

  • La spiaggia libera? E' mia, e me la gestisco io

  • Furti d'auto in trasferta: identificati e arrestati due brindisini

  • Dal cantiere alle campagne: arrestati i vertici dell'Anonima rifiuti

  • Era senza, gli prestano mascherina. Il capotreno lo fa scendere

  • Cellino San Marco. Una nuova tenda pneumatica per la Croce Rossa di Puglia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento