Torna in carcere un brindisino della banda dei bancomat

Indagini del commissariato di Mesagne e della Mobile hanno rilevato che non rispettava gli obblighi degli arresti domiciliari

BRINDISI - Passa dagli arresti domiciliari al carcere il brindisino Omar Bianco, 23 anni, uno dei cinque membri della banda specializzata in furti ai bancomat e ai Postamat individuata dalle indagini di carabinieri della compagnia di Osimo, nelle Marche, denominata Cash Point,condannati in primo grado con rito abbreviato dal giudice dell'udienza preliminare di Brindisi il 31 maggio scorso, sentenza che ha riconosciuto la sussistenza dell'associazione per delinquere in oltre venti tra furti riusciti e falliti, commessi a partire dal gennaio del 2016 nelle province di Ancona, Macerata, Fermo, Ascoli Piceno, Bari, Brindisi, Taranto e Lecce.

Omar-Bianco-2Bianco era stato riconosciuto colpevole per 20 capi di imputazione e assolto per non aver commesso il fatto per altri tre, e condannato con lo sconto di un terzo della pena a 7 anni e due mesi di reclusione. Aveva poi beneficiato della custodia cautelare nel proprio domicilio, Ma le indagini condotte dalla squadra di polizia giudiziaria del commissariato di Mesagne e dalla IV sezione della Squadra mobile di Brindisi hanno raccolto elementi probatori tali da dimostrare che il brindisino (dichiarato con la stessa sentenza anche interdetto in perpetuo dai pubblici uffici e in stato di interdizione legale durante l’esecuzione della pena) ha violato più volte gli obblighi imposti dalla stessa misura cautelare.

Ciò sarebbe avvenuto intrattenendo conversazioni con soggetti diversi al proprio nucleo familiare e ricevendo anche, presso la propria abitazione visite da parte di persone estranee, anche già note alle forze dell’ordine. Pertanto, gli investigatori nel pomeriggio di ieri 23 ottobre hanno notificato a Omar Bianco un provvedimento restrittivo cautelare di aggravamento della misura degli arresti domiciliari con quella della misura della custodia cautelare in carcere, emesso dal gip del Tribunale di Brindisi su proposta del pm che ha diretto le indagini del commissariato di mesagne e della Mobile. BHianco è stato trasferito nel carcere di Brindisi.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Bimba nata morta all’ospedale Perrino”: denuncia dei genitori

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Malore alla guida: autista accosta e poi si accascia, in salvo gli studenti

  • Maltempo: scuole chiuse a Brindisi a in altri Comuni della provincia

  • Incidenti: le vittime e le strade più pericolose del Brindisino

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento