Concessione Grimaldi, il M5S: "Allibiti per la fretta del commissario"

Un intervento sulla concessione Grimaldi anche da parte del Movimento 5 Stelle, con le posizioni dei portavoce comunali brindisini e del capogruppo in Commissione Trasporti alla Camera, Diego De Lorenzis.

BRINDISI - Un intervento sulla concessione Grimaldi anche da parte del Movimento 5 Stelle, con le posizioni dei portavoce comunali brindisini e del capogruppo in Commissione Trasporti alla Camera, Diego De Lorenzis.

Il commissario straordinario del porto di Brindisi ha convocato per l'1 luglio il comitato portuale per deliberare su una concessione ventennale da affidare alla Grimaldi Euromed (Società del Gruppo Grimaldi Compagnia di Navigazione) di una zona portuale situata nel porto medio di Brindisi per una superficie di oltre 33.100 metri quadrati insieme al terminal passeggeri con strutture annesse di oltre 2.000 metri quadrati, il tutto funzionale al traffico traghetti ro-ro-passeggeri che quindi con questi presupposti sarà in regime di monopolio ad un privato.

“C’è da rimanere allibiti” - commentano i portavoce comunali brindisini del M5S Elena Giglio e Stefano Alparone - “per la fretta improntata dal Commissario Straordinario del Porto di Brindisi nel convocare il comitato portuale proprio a ridosso delle elezioni privando quindi il nuovo Consiglio Comunale di esprimersi democraticamente sull’opportunità di questa concessione in monopolio a Grimaldi, tanto discussa anche dal neo sindaco anche in campagna elettorale. Il Commissario, impedisce, quindi, che il Consiglio Comunale dia un indirizzo al neo Sindaco da riportare in sede di comitato portuale. Non parliamo di una mera formalità ma di dare in concessione ad un privato per 20 anni una parte fondamentale del porto brindisino, anche perché dopo questa concessione si avrebbe di fatto un monopolio delle banchine del porto.”

“Ero intervenuto sul tema” - dichiara il portavoce Diego De Lorenzis, capogruppo del M5S in Commissione Trasporti alla Camera dei Deputati - “già a dicembre 2014 con un’interrogazione parlamentare al Ministro dei Trasporti da cui attendo ancora risposta. Sarebbe opportuno aspettare il parere del Ministro soprattutto perché, tra l’altro, sta per essere discussa e approvata in Parlamento la complessa riforma delle Autorità Portuali. Invitiamo il Commissario e gli organi del comitato portuale a decidere su tale concessione solo a seguito del parere del Ministro, della discussione in Parlamento e di una riunione monotematica in Consiglio comunale, favorendo la partecipazione di tecnici e della cittadinanza, così come la democrazia esige".

"E’ ovviamente una questione di opportunità e proseguire con questa forzatura, non coinvolgendo pienamente la città di Brindisi rappresentata dal neo consiglio comunale, risulterebbe uno strappo troppo forte ed insopportabile con la città stessa. Il Commissario”, conclude Diego De Lorenzis, “rifletta con molta attenzione e ci spieghi il motivo di tanta urgenza, visto la prossima riforma della portualità, che al netto della sua bontà, porterà alla creazione delle Autorità portuali di Sistema con una nuova governace, nuovo modello organizzativo e compiti ben definiti. Mi pare dunque doveroso attendere in primis l'iter della riforma per poi, con maggiore serenità, affrontare la questione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giallo di Ceglie: i due rumeni si sarebbero uccisi a vicenda

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Inseguimento si conclude con scontro frontale: un arresto

  • Incidente sulla circonvallazione: giovane motociclista in ospedale

  • Incidente sulla superstrada, auto contro alberi: grave un giovane

  • Esplosi colpi di arma da fuoco nel centro abitato: si indaga

Torna su
BrindisiReport è in caricamento