La Camusso a Brindisi: "Manca una politica industriale pubblica"

Un primo commento sulla decisione del governo Gentiloni di abolizione dei voucher, e poi una critica articolata sul sistema industriale italiano, sulla crisi delle città divise tra difesa del lavoro e difesa della salute, sul fallimento del Master Plan per il Sud come strategia vincente

BRINDISI – Un primo commento sulla decisione del governo Gentiloni di abolizione dei voucher, e poi una critica articolata sul sistema industriale italiano, sulla crisi delle città divise tra difesa del lavoro e difesa della salute, sul fallimento del Master Plan per il Sud come strategia vincente, sui guasti arrecati all’economia italiana dal capitalismo finanziario, e la richiesta che sia il pubblico a guidare le politiche di investimento.

E, non poteva mancare, una riflessione sul caporalato del ventunesimo secolo, che avvelenando progressivamente la filiera agricola nazionale. Susanna Camusso ha concluso così l’assemblea pubblica della Cgil brindisina, stamani nel salone dell’Autorità Portuale, inquadrata nella campagna che il sindacato sta conducendo in tutti i territori provinciali della Puglia.

camusso a brindisi 4-2

"Se, come appare, il governo farà un decreto nel quale dà risoluzione ai quesiti referendari, sia sul tema dei voucher che degli appalti, nel momento in cui sarà trasformato in legge, con