Sciopero lavoratori energia e chimica: "A Brindisi adesione del 100 per cento"

Sit in all'esterno del petrolchimico. Si protesta contro le posizioni di Confindustria nelle trattative per il rinnovo del Ccnl

BRINDISI - Questa mattina (giovedì 4 luglio) si è svolto un presidio dei lavoratori presso l’ingresso del petrolchimico di Brindisi per lo sciopero di otto ore indetto da Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil in occasione degli scioperi concomitanti dei settori Energia-Petrolio e Chimico-Coibenti. 

“A Brindisi - si legge in una nota congiunta delle segreterie territoriali del sindacati - registriamo percentuali del 100 per cento di adesione tra i lavoratori della centrale Enipower, negli uffici di Syndial, in Termisol e nei cantieri Sait operanti nel petrolchimico, in Sanofi e nella Centrale Enel di Cerano. Di conseguenza anche gli impianti di produzione, in particolare della centrale a cicli combinati, hanno subito una consistente diminuzione del carico elettrico distribuito in rete”. 

“Ottima risposta e adesione agli scioperi proclamati a livello nazionale per contrastare e respingere le inaccettabili posizioni datoriali assunte da Confindustria Energia – si legge ancora nel comunicato - per il rinnovo di energia e petrolio e di Anicta l’associazione che rappresenta le aziende del settore della coibentazione”. 

I sindacati si augurano “che dopo questo sciopero Confindustria energia modifichi il proprio comportamento di disconoscere accordi già sottoscritti tra le parti per il rinnovo del contratto e non valuti il positivo andamento economico consolidato del settore”. 

I sindacati inoltre si aspettano che “Anicta superi ogni pretesto che ha comportato il mancato rinnovo dello scorso contratto collettivo di lavoro, presentando solo le difficoltà e le condizioni del mercato con le decisioni della committenza di generare appalti al massimo ribasso assegnando gare ad aziende che non applicano il Ccnl coibenti”.

Potrebbe interessarti

  • L’albicocca, antico frutto della fertilità

  • Come riparare le piante dal caldo estivo e dal sole

  • Librerie fai da te: alcune idee

  • Yogurt: dalla Mesopotamia di 3000 anni fa

I più letti della settimana

  • Accoltellamento mortale dopo furibonda lite tra consuoceri

  • Auto fuori controllo sulla provinciale: un uomo perde la vita

  • Aste giudiziarie, pressioni e minacce ai partecipanti: quattro arresti

  • Trovato alla guida di un trattore rubato del valore di 50mila euro: arrestato

  • Sulla pista dei furti di trattori: arrestato un allevatore

  • L'ammiraglio difende la Marina: "In Libia ci siamo. Il problema: i trafficanti"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento