Aerotecsys, un'operazione contestata

GROTTAGLIE - Continua a tenere una buona posizione nel gruppo di testa delle cronache della provincia di Taranto la vicenda di Aerotecsys, una società formalmente ancora inattiva secondo la visura camerale, con un capitale sociale di soli 190mila euro, in cerca di un contratto di programma con la Regione Puglia per realizzare nell'area del masterplan dell'aeroporto di Grottaglie, su 57 ettari (20 in agro di Monteiasi), un insediamento industriale di 35mila metri quadrati, un investimento di 100 milioni di euro e 300 posti di lavoro per attività di demolizione e manutenzione di aeromobili.

Angelo Guarini, direttore Confindustria Brindisi

GROTTAGLIE - Continua a tenere una buona posizione nel gruppo di testa delle cronache della provincia di Taranto la vicenda di Aerotecsys, una società formalmente ancora inattiva secondo la visura camerale, con un capitale sociale di soli 190mila euro, in cerca di un contratto di programma con la Regione Puglia per realizzare nell'area del masterplan dell'aeroporto di Grottaglie, su 57 ettari (20 in agro di Monteiasi), un insediamento industriale di 35mila metri quadrati, un investimento di 100 milioni di euro e 300 posti di lavoro per attività di demolizione e manutenzione di aeromobili.

Ma sull'operazione, che avverrebbe in un'area che è qualificata come zona industriale ad alto valore aggiunto per la presenza anche dello stabilimento di Alenia Aeronautica, e come area cargo e terminal cargo, per primo ha sollevato pesanti dubbi il Movimento per l'aeroporto di Grottaglie, che vorrebbe per l'Arlotta un futuro in cui trovino posto degnamente sia il traffico passeggeri che merci. Da qui le obiezioni prima di fondo, poi nella sostanza al progetto Aerotecsys, presentato a gennaio dall'assessore Guglielmo Minervini ad un tavolo tecnico sulla mobilità, a Taranto.

Che c'entrano la demolizione e la manutenzione di aeromobili con lo sviluppo dell'Arlotta, si sono chiesti i promotori del movimento, convinti che non sia un problema avere un terzo scalo passeggeri in Puglia oltre Bari e Brindisi. E allora si sono dati da fare intanto per capire cosa fosse Aerotecsys. La visura camerale ha rivelato che la società che deve fare 100 e passa milioni di investimenti in cofinanziamento con la Regione Puglia ha solo 190mila euro di capitale e risulta inattiva. Anzi, sembra nata solo per quello scopo, visto che la variante allo strumento urbanistico di Grottaglie per realizzare lo stabilimento l'aveva chiesta allo sportello per le attività produttive del Comune, il 14 dicembre 2010, un'altra società, la Aviosystem, iscritta al registro delle imprese di Roma il 19 febbraio del 1996, ma entrata in attività solo nel gennaio del 2007, e che nel 2011 risulta avere 12 dipendenti e una sede ad Aprilia per il montaggio ed il collaudo di parti elettromeccaniche.

L'aeroporto di GrottagliePer un anno non si parla più di Aviosystem, ma appunto a gennaio il progetto ricompare in capo ad Aerotecsys nella riunione con Minervini. La cosa induce chi desidera uno sviluppo diverso per l'Arlotta ad indagare su questa società che sembra spuntata da un cilindro. La visura camerale è ben presto acquisita, e finisce sulla stampa online tarantina, TarantOggi e TarantoSera, poi anche sul Corriere del Giorno. Aerotecsys è una società per azioni con sede a Roma in viale Parioli 72, l'indirizzo Pec è quello di Aviosystem.

Al 20 dicembre 2011 la compagine sociale risulta costituita da Lucio De Cristofaro con 19mila azioni per un valore nominale di 19mila euro; dal direttore di Confindustria Brindisi ma in veste di privato investitore, Angelo Guarini, con 11.400 azioni ordinarie per un valore nominale di 11.400 euro , e dalla vera sorpresa - secondo i media tarantini e il Movimento per l'aeroporto di Grottaglie - Talina Ventures Ltd, società inglese con 159.400 azioni ordinarie per un valore di 159.400 euro. Chi è il partner di De Cristofaro e Guarini?

Tale Marco Acquistapace che risulta il centro di una rete di aziende simili, il quale nel marzo del 2011 viene prosciolto da una accusa di truffa alla 488 attraverso la società britannica Capeload Ltd, a favore di Gestar, Alloy Bricks e Jupiter nella zona industriale di Nociglia (Lecce), ma il 20 settembre sempre del 2011 viene rinviato a giudizio - secondo il Resto del Carlino - con altri personaggi tra cui spicca l'ex calciatore del Bologna, Giorgio Bresciani, per una serie di truffe ed evasioni fiscali, nella fattispecie per un impianti di raffinazione dell'olio in Calabria.

Ai cento dubbi sollevati sull'operazione Aerotecsys ha risposto il procuratore della società, Carlo Silvestro, scrivendo però al presidente della Regione Nichi Vendola, all'assessore regionale alla Qualità del Territorio Angela Barbanente ed al vicepresidente della Provincia di Tarant0, Costanzo Carrieri. Il Corriere del Giorno riporta che: la faccenda dell'utilizzo da parte di Aerotecsys della Pec di Aviosystem non è un fatto illegittimo e non sta a significare sovrapposizioni tra aziende; la società è inattiva, ma comincerà ad emettere fatture attive al momento dello start up industriale e commerciale; riguardo gli aspetti della capitalizzazione, Aerotecsys "provvederà, nei modi e nei termini di legge e/o formalmente concordati, a regolarizzare i relativi aspetti economici e finanziari, non mancando di dare ogni necessaria garanzia e prendere ogni indispensabile impegno" nel momento in cui sarà sottoscritto accordo o contratto di programma con la Regione Puglia.

E la faccenda di Marco Acquistapace? Il procuratore legale ha allegato il ritaglio stampa con il proscioglimento dai fatti di Nociglia, nel 2008. Ma né il Movimento per l'aeroporto di Grottaglie, né la stampa tarantina paiono convinti. Adesso bisognerà vedere cosa ne pensa la Regione Puglia, di questa storia, alla luce di tutto ciò che è venuto avanti in questi giorni. In fondo spetta a Bari la valutazione dei requisiti effettivi della società messa in piedi da Acquistapace con De Cristofaro e Guarini, e se sia indispensabile a realizzare il progetto Log_in. Logistica Ionica che vede Grottaglie come polo aerocargo regionale. Il territorio la sua l'ha già detta, e a questo punto conta anche poco il parere a suo tempo dato dal sindaco Bagnardi alla richiesta di Aviosystem.

AGGIORNAMENTO DEL 18 GIUGNO 2015 - A proposito della parte dell'articolo cui si analizza la composizione delle partecipazioni, si fa cenno anche alle vicende di una delle persone interessate, Marco Acquistapace, ed ad un suo rinvio a giudizio nel 2011, assieme ad altri e ad un ex calciatore del Bologna, "per una serie di truffe ed evasioni fiscali, nella fattispecie per un impianti di raffinazione dell'olio in Calabria". Ora Marco Acquistapace ci fa sapere, attraverso la società Synergy Global Management Ldt con sede a Londra, di essere stato assolto da ogni reato con sentenza del 26 marzo 2015. Ne diamo ovviamente conto per dovere di cronaca.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Ancora una tragedia della strada: brindisino muore alle porte di San Pietro

    • Cronaca

      Irruzione in un condominio in pieno centro: ad agire due uomini con pistola

    • Incidenti stradali

      Auto fuori strada sulla litoranea, tre donne finiscono in ospedale

    • Cronaca

      Trovato corpo senza vita di un uomo nelle campagne: si sospetta overdose

    I più letti della settimana

    • Gse industria aeronautica, bando per la vendita dopo il fallimento

    • “Cerano, fine dell’appalto per la security: 30 posti a rischio”

    • A Parigi incontri Regione-Leonardo sulle commesse in Puglia

    • Tecnomessapia: 175 lavoratori a rischio. “Noi ignorati dalle istituzioni”

    • Il franchising Mondadori anche nel Brindisino. Open day il 29

    • Trasporto pubblico: "Opponiamoci all'abrogazione dell'Rd 148/31"

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento