A Bari il viaggio di AXA e Banca Mps dedicato alla Salute

“La Salute prima di tutto” è il titolo degli incontri organizzati dal Gruppo AXA Italia e Banca Monte dei Paschi di Siena per raccontare nuove possibili risposte e nuovi servizi dedicati alla salute e al benessere

Una serie di appuntamenti per confrontarsi sui temi della salute e della prevenzione E’ “La Salute prima di tutto”, l’iniziativa organizzata dal Gruppo AXA Italia e Banca Monte dei Paschi di Siena che ha fatto tappa a Bari. Al centro dell’incontro, il rapporto degli italiani con la salute e il benessere, partendo da un’indagine condotta dall’Istituto di ricerca Episteme che ha evidenziato i nuovi bisogni in ambito assistenza e prevenzione, ispirando così l’introduzione di nuovi servizi a valore aggiunto che vanno “oltre l’assicurazione”.

Tra le richieste più impellenti in questo ambito, emergono maggiormente per gli abitanti del Sud e delle Isole, i programmi di benessere (fisici e psico-fisici),(81,6%), l'alimentazione, la possibilità di ricorrere a un supporto di un medico integrato in caso di più patologie (19.6%). Vi è inoltre grande interesse nei confronti delle nuove frontiere della tecnologia associata alla Salute, tra cui postazioni ipertecnologiche diagnostiche (79,3%), dispositivi indossabili (77,5%), fino al robot per l’assistenza domestica di anziani o persone con problemi di mobilità (68,6%) o la telemedicina (69,4%). L’81,3% richiede di avere una “cartella clinica online”. A questo si aggiunge l’apertura verso nuovi servizi che possono essere offerti dalle assicurazioni come il servizio di coordinamento tra medico e farmacia (89.3%), la consegna del farmaco a domicilio (88.5%), la possibilità di video chiamare un medico h24 (93.1%).

L’elemento cruciale nel rapporto con la salute resta il fattore Tempo, con un ruolo chiave assegnato alle assicurazioni: l’86.5% degli intervistati chiede un aiuto per l’abbattimento dei tempi di attesa per esami e interventi, e il 92,6%, servizi a supporto per la gestione delle malattie croniche (monitoraggio e assistenza).

In un contesto in cui cambiano i bisogni legati alla salute e in cui si delinea una così grande apertura verso le frontiere della Telemedicina, AXA e Banca Monte dei Paschi di Siena hanno voluto essere i primi a proporre servizi ad alto contenuto tecnologico e vogliono giocare un ruolo di primo piano nell’introdurre velocemente nuove soluzioni che vadano oltre l’assicurazione tradizionale e rispondano al modo in cui si consuma oggi la sanità.

Il Gruppo AXA Italia e Banca Monte dei Paschi di Siena sono pionieri, grazie al lancio, un anno fa, del prodotto Assistenza 360 che include i servizi di invio della ricetta medica in farmacia, il recapito a domicilio dei farmaci e il video consulto medico 24 ore su 24, oltre a servizi di assistenza personalizzati, come un fisioterapista o un infermiere a domicilio (https://www.axa-mps.it/assicurazione-sanitaria). E la spinta all’innovazione prosegue con l’integrazione a breve del video consulto con le prestazioni specialistiche (come pediatra, cardiologo, ginecologo, ortopedico) e nuovi servizi di assistenza come l’accompagnamento alle visite e alle terapie mediche.

A questo ecosistema di servizi si aggiunge una novità ancora più d’avanguardia: si tratta della sperimentazione, anche nella filiale di Bari, di una cabina medicale in grado di eseguire un primo screening del proprio stato di salute in autonomia, con ben 14 esami diagnostici, dalla pressione, all’esame della vista e dell’udito e molto altro, da condividere poi con il proprio medico di fiducia per eventuali approfondimenti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento