Centrale Brindisi Nord, 'no' della giunta alle autorizzazioni per l'impianto A2A

La giunta comunale di Brindisi ha approvato stamane una delibera fornendo parere negativo per il rilascio della Valutazione di impatto ambientale e dell'Autorizzazione integrata ambientale alla società A2A Ambiente Spa per la centrale elettrica "Brindisi Nord", ex Edipower.

BRINDISI - La giunta comunale di Brindisi ha approvato stamane una delibera fornendo parere negativo per il rilascio della Valutazione di impatto ambientale e dell’Autorizzazione integrata ambientale alla società A2A Ambiente Spa per la centrale elettrica “Brindisi Nord”, ex Edipower.

“In sintesi, il contenuto della delibera – affermano il sindaco Mimmo Consales e l’sssessore all’Ambiente Antonio Monetti – sottolinea che il territorio di Brindisi rientra nell’area già classificata come area a rischio di crisi ambientale dove le ricadute sul territorio di ulteriore dispersione di inquinanti che aggraverebbero ancora di più un’area già fin troppo inquinata”.

“La stessa area è inclusa nel sito di interesse nazionale per le bonifiche di Brindisi e dichiarata area ad elevato rischio di incidente rilevante” proseguono.

“La localizzazione dell’impianto ricade in area di crisi ambientale (fattore penalizzante) e in area potenzialmente inquinata da sottoporre alle procedure di bonifica, causa l’acclarato stato di inquinamento – si legge -  in cui versa la falda sottostante gran parte della Zona Industriale di Brindisi. Il parere negativo è supportato, come è consuetudine per questa Amministrazione, da elementi tecnici inconfutabili”.

Il parere sarà formalizzato domani nel corso di una apposita conferenza di servizi convocata presso la Provincia di Brindisi.

Si tratta di un atto politico di rilievo, per quanto non vincolante. L’opinione dell’ente locale interessato, infatti, è uno degli elementi da considerare per il rilascio della Via e dell’Aia, come quelli di Provincia, Regione e di altri enti locali che fanno parte della relativa conferenza dei servizi. Il “no” di Brindisi pone comunque il governo nella condizione di dover assumere una decisione pur dovendo prendere atto della contrarietà dell’amministrazione che rappresenta i cittadini brindisini.

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Parcheggiatore stroncato da infarto nella movida delle discoteche

  • Si apparta con la moglie di un detenuto: mamma e figli lo pestano

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Tragedia in spiaggia: anziano perde la vita mentre fa il bagno

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Scontro sulla litoranea: mamma e due bambini in ospedale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento