Cibo, natura e arte: decine di eventi 'free'

BRINDISI - Puglia Open Days, il ricco programma di attività gratuite e aperture straordinarie promosso dall’Assessorato regionale al Turismo e attuato da Pugliapromozione, svela i tesori d’arte e natura di Brindisi e della sua provincia.

Turisti a Ostuni

BRINDISI - Puglia Open Days, il ricco programma di attività gratuite e aperture straordinarie promosso dall’Assessorato regionale al Turismo e attuato da Pugliapromozione, svela i tesori d’arte e natura di Brindisi e della sua provincia. Nei lunghi fine settimana estivi, luoghi aperti e accessibili con visite guidate e diverse iniziative. Gusto, natura e arte sono i tre temi attorno ai quali si concentrano le attività gratuite del giovedì, venerdì e sabato.Sono ben dodici i Comuni coinvolti nel progetto con 42 luoghi, 280 appuntamenti, 800 ore di attività fuori dall’orario ordinario.

Numeri significativi per quest’area tra Salento e Valle d’Itria, con itinerari che conducono dalle torri costiere ai castelli, dalle masserie e frantoi agli ulivi secolari, dai musei ai centri storici. Il progetto si svolge in partenariato con la Direzione Regionale dei beni culturali e paesaggistici del Mibac, gli Assessorati Regionali alle Risorse Agroalimentari e alla Qualità del Territorio, la Conferenza Episcopale Pugliese, l’Anci Puglia. A livello territoriale, fondamentale la collaborazione con l’Amministrazione comunale di Brindisi, la Provincia di Brindisi, i singoli Comuni coinvolti nel progetto e l’Ecomuseo Valle d’Itria.

Si inizia il giovedì con gli itinerari nel gusto. Partono da

Ostuni ben otto tour alla scoperta del paesaggio agrario, delle architetture rurali e dell’enogastronomia. Ecco le date degli appuntamenti: 11 e 25 luglio; 1, 15 e 29 agosto; 12, 19 e 26 settembre. I viaggi enogastronomici sono una bella opportunità per scoprire “Il Frantoio” di Ostuni, le masserie Ferri e Morrone a Ostuni, la cantina di Paolo Leo a San Donaci, la cantina Botrugno e l’azienda Agricola Lillo a Brindisi, la masseria Triticum a Francavilla Fontana e Agrimelillo a Villa Castelli, le masserie Carrone, Carvinea e Correo a Carovigno, la masseria Altemura a Torre Santa Susanna, l’azienda di Libera Terra a Mesagne, le masserie Conte e Salamina a Fasano. Gratuito il servizio di trasporto in bus con l’assistenza qualifica di guide rurali e sommelier.

I posti sono limitati ed è obbligatoria la prenotazione entro il martedì di ogni settimana. Per non perdere nessun appuntamento basta consultare la comoda cartoguida con tutti i tour programmati in regione, distribuita gratuitamente presso gli uffici di informazione turistica e l’infopoint di Cisternino. Per prenotare sono attivi tutti i giorni, dalle 09 alle 20, due recapiti telefonici: per gli itinerari in cantine e frantoi allo 080 5233038 risponde il Movimento Turismo del Vino Puglia, mentre per gli itinerari in masseria allo 080 3141347 e al 320 0121609 è a disposizione il Consorzio Puglia in Masseria.

Certamente una delle più importanti di risorse di Brindisi è il mare. Sul litorale adriatico, sorvegliati dalle torri costiere, si affacciano quattro beni ambientali: la riserva statale marina e terrestre “Torre Guaceto”, il parco regionale delle Dune Costiere, la salina di Punta Contessa e il bosco di Cerano, una vasta area che si estende sui territori di Brindisi, Carovigno, Ostuni e Fasano.

Ogni venerdì, questi scrigni di bellezze naturali e di biodiversità si schiudono con una miridiade di iniziative per gli amanti della natura di ogni età. In programma escursioni naturalistiche a piedi e in bici, laboratori creativi e di educazione ambientale, osservazioni astronomiche e degustazioni. In programma sessantacinque attività per trascorrere oltre 200 ore a contatto con la natura, guidati da una squadra di 15 guide naturalistiche e, in molti casi, godere dell’accoglienza di intere comunità che amano, rispettano e promuovono il proprio parco.

Fedele compagna di viaggio è la cartoguida dedicata alla natura, con l’intero programma e tutti i contatti a cui rivolgersi per ricevere informazioni e per prenotare. Sulle grandi rotte della Via Appia e della Via Traiana, Brindisi e la sua provincia conserva intatte le testimonianze del suo antico ruolo di crocevia di popoli e culture. Nella città capoluogo, ogni sabato dalle 20 alle 23, sono aperti straordinariamente il Palazzo Granafei Nervegna con le sue collezioni, la Casa del turista sul lungomare Regina Margherita, il Museo Provinciale “Francesco Ribezzo” in piazza Duomo, il tempio di San Giovanni al Sepolcro, la chiesa di Santa Chiara con il Museo Diocesano “Tarantini”.

La dimensione di un territorio che è anche un museo a cielo aperto la si sperimenta soprattutto al Parco Archeologico e Museo di Egnazia, nella frazione di Savelletri a Fasano. Imperdibile il tour dalle torri costiere ai castelli dell’entroterra come quelli di Carovigno, Ceglie Messapica, Francavilla Fontana e Mesagne. Non mancano le cattedrali di Oria e Ostuni. Inoltre, con prenotazione consigliata, ogni sabato sera, disponibili le visite guidate ai centri storici di Brindisi, Cisternino, Fasano e Ostuni. Comoda e tascabile, la cartoguida Arte propone tutti i luoghi della cultura aperti sino a tarda sera in tutta la regione.

Tutte le cartoguida, gli aggiornamenti, maggiori dettagli e contatti sono inoltre disponibili sul sito: www.opendays.viaggiareinpuglia.it e i profili facebook e twitter. E con “Puglia for all” anche informazioni su itinerari per visitatori con esigenze speciali.

 

Potrebbe interessarti

  • Musica dei locali: nuovi orari per costa e centro urbano

  • L’albicocca, antico frutto della fertilità

  • Come riparare le piante dal caldo estivo e dal sole

  • Librerie fai da te: alcune idee

I più letti della settimana

  • Accoltellamento mortale dopo furibonda lite tra consuoceri

  • Vino sofisticato: undici arresti e quattro cantine sequestrate

  • Altri temporali in arrivo, l'allerta meteo passa ad arancione sulla costa

  • Auto fuori controllo sulla provinciale: un uomo perde la vita

  • Aste giudiziarie, pressioni e minacce ai partecipanti: quattro arresti

  • Fuochi d'artificio al matrimonio: colpito al volto, perde un occhio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento