“Dieta” e premi. A Ceglie contro-evento

BRINDISI - L’evento c’era tutto: un premio internazionale di cucina. E poi il contorno: la presenza del ministro alla Sanità Renato Balduzzi e l’inaugurazione, presso Palazzo Tanzarella, della sede. Un weekend da battesimo, per la “Fondazione della Dieta Mediterranea”. Resta il Premio. Tutto il resto, o quasi, cancellato: assente per sopraggiunti impegni il rappresentante del Governo; inagibile, perché tuttora interessato dai lavori di ristrutturazione, il palazzotto nel centro storico della Città bianca.

Il sindaco Luigi Caroli

BRINDISI - L’evento c’era tutto: un premio internazionale di cucina. E poi il contorno: la presenza del ministro alla Sanità Renato Balduzzi e l’inaugurazione, presso Palazzo Tanzarella, della sede. Un weekend da battesimo, per la “Fondazione della Dieta Mediterranea”.  Resta il Premio. Tutto il resto, o quasi, cancellato: assente per sopraggiunti impegni il rappresentante del Governo; inagibile, perché tuttora interessato dai lavori di ristrutturazione, il palazzotto nel centro storico della Città bianca.

Quanto basta, per sussurrare: “Maledetta primavera, che fretta c’era?” E così, a tenere a battesimo l’avvio dell’attività del Comitato tecnico-scientifico, presso l’ex chiesa delle Monacelle (ore 17), ci saranno domani il sindaco di Ostuni Domenico Tanzarella, il presidente della Provincia Massimo Ferrarese e il presidente della Fondazione Gaetano Crepaldi.

A seguire terranno banco una lettura di Francisco Tomas-Barberan (del Consiglio Superiore della Ricerca Scientifica di Murcia in Spagna) e la presentazione delle aree di ricerca della Fondazione. Nel corso della serata, previsto probabilmente un semplice sopralluogo presso Palazzo Tanzarella (dove sono in via di completamento i lavori di ristrutturazione), sede della Fondazione della Dieta Mediterranea. Chiamarlo taglio del nastro, non sarebbe serio, del resto.

Intoppi a parte, il lungo weekend della “Fondazione della Dieta Mediterranea” domani prenderà comunque il via ufficialmente, con la presentazione delle aree di ricerca ed il lancio della prima iniziativa su scala internazionale: il concorso di cucina mediterranea Filia Solis. L’evento terrà banco sabato 21 aprile presso la Masseria San Domenico, a Savelletri di Fasano (Strada Litoranea 379).

Si tratta di una vera e propria gara, al termine della quale sarà premiato il miglior piatto realizzato con ingredienti che fanno parte della Dieta mediterranea che, come è noto, è stata riconosciuta dall’Unesco come patrimonio culturale immateriale dell’umanità. Il premio vedrà contendersi grandi nomi della cucina nazionale e internazionale alla presenza di importanti giornalisti italiani noti al grande pubblico. Nel corso della serata di domani, intanto, a Ceglie Messapica, in collaborazione con l’Associazione “Ceglie è”, ci sarà un momento di degustazione dei piatti tipici della Dieta Mediterranea.

E non è un caso che sempre domani, ma nella mattinata, l’Amministrazione comunale di Ceglie Messapica (che non ha aderito alla Fondazione) presenterà  presso la sede del Comune (ore 11) il progetto transfrontaliero “Income” (“International Centre of Mediterranean Gastronomy”), finanziato nell’ambito del Programma di Cooperazione Territoriale Europea Grecia-Italia 2007-2013, tra i rappresentanti greci e pugliesi coinvolti.

A margine di un incontro tecnico, saranno il sindaco di Ceglie Messapica Luigi Caroli, il sindaco di Metsovo Dimitris Papaggelis,  il Direttore dell'Agenzia di Sviluppo di Achaia Kostas Giotopoulos, il sindaco del Comune di Carovigno Vittorio Zizza, l'esperto senior nelle attività di management del progetto Giovanni Antelmi e il project manager Giuseppe Amico, ad illustrare il progetto, il cui budget è di 1.339.500 euro.

“Income” prevede una serie di attività finalizzate a promuovere uno sviluppo sostenibile dei due territori che passi attraverso la valorizzazione dei prodotti gastronomici tipici, la diffusione di una agricoltura multifunzionale, il sostegno ad un turismo alternativo, puntando sulla gastronomia del territorio quale risorsa culturale da utilizzare come vantaggio competitivo nel mercato globale.

“Il progetto di cui la nostra città è capofila – spiega il sindaco Caroli - prevede, tra le diverse attività, il completamento del Convento di San Domenico, futura sede della Scuola Internazione di Gastronomia Mediterranea, l’avvio di un programma di formazione per operatori dell’agroindustria e di aziende turistico-ricettive, nonché una scuola di specializzazione per cuochi e una serie di eventi di richiamo sul tema della Gastronomia Mediterranea”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    I reflui del depuratore non inquinano il mare di Torre Guaceto

  • Attualità

    Fondi ristrutturazioni a rischio, preside contro la Provincia

  • Cronaca

    Droga dall'Albania: involucro di marijuana trovato a Penna Grossa

  • Cronaca

    Violazione obblighi e guida sotto effetto di alcool: arresto e denunce

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo della costa tra Ostuni e Brindisi

  • Marijuana dall’Albania per l’Europa: arrestati sei brindisini

  • Accoltellato gestore di noto locale estivo: acquisite le immagini

  • Incidente stradale sulla Ostuni-Ceglie: famiglia in ospedale

  • Scu, sequestrati ad affiliato villa e terreno per 365mila euro

  • Da Brindisi a Matera per rapina nella gioielleria: intercettato e arrestato

Torna su
BrindisiReport è in caricamento