Petrolchimico, esuberi Coemi: "Accordi non rispettati per sei lavoratori"

A quasi due anni dall'intesa raggiunta in prefettura, sei unità ancora in attesa di ricollocazione. La Uilm scrive al prefetto

BRINDISI – A quasi due anni di distanza da un accordo sottoscritto in prefettura, non sono ancora stati ricollocati sei dei 15 lavoratori della ditta Coemi rimasti senza lavoro a seguito di un cambio di appalto al petrolchimico di Brindisi, nel settore delle pulizie elettrostrumentali. Lo denuncia il segretario provinciale del sindacato Uilm, Alfio Zaurito, attraverso una richiesta di convocazione di un incontro “con la presenza del management delle società Eni per il rispetto degli accordi sanciti nel 2017”, inoltrata al prefetto di Brindisi, Umberto Guidato. 

Il documento cui si fa riferimento venne sottoscritto il 25 maggio 2017 dai sindacati Cgil, Cisl e Uil. Questo prevedeva la redistribuzione delle unità in esubero fra le due aziende subentrate alla Coemi e altre cinque ditte dell’indotto. In particolare, le subentranti si erano impegnate ad assumere cinque lavoratori, oltre a quelli della Coemi, mentre le altre cinque si presero l’impegno di dare un lavoro ad altri sette operai. Le restanti tre unità operative, prossime al pensionamento, hanno potuto usufruire degli ammortizzatori. 

Ma a “tutt’ oggi – si legge nella nota a firma del segretario della Uilm inviata al prefetto - nonostante si sia cercato di pazientare, si registra un mancato rispetto di quell’accordo e pertanto numerosi (sei, ndr) lavoratori sono ancora senza lavoro”. “Nessuno  - conclude Zaurito in un comunicato stampa - potrà sostenere che il sindacato sia stato impaziente o irriverente o addirittura abbia seminato discordia, anzi la Uilm ha atteso con pazienza”. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Elezioni

    Elezioni Europee: alla fine anche in provincia di Brindisi Lega prima

  • Cronaca

    Spaccata notturna all'Agip: ladri in fuga alla vista delle guardie giurate

  • Cronaca

    Paura nel centro abitato: bomba carta esplode davanti alla casa di un vigilante

  • Cronaca

    Malore in una casa di campagna: muore un bracciante agricolo

I più letti della settimana

  • Incidente stradale nella notte: automobilista trovato morto all'alba

  • Traffico di cocaina, 18 arresti: forniture organizzate a Brindisi

  • Ospedale Perrino, donati gli organi di una donna morta a 62 anni

  • Minacciato e rapinato dell'auto: caccia ai banditi

  • Notte di fuoco tra Brindisi e Mesagne: incendiate tre auto

  • Furto nella stazione di servizio: in fuga con la cassetta dei contanti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento