Guide e accompagnatori turistici: "I sindaci reprimano l'abusivismo"

Appello ai primi cittadini e alle autorità competenti delle province di Brindisi e Taranto da parte della Confguide

Riceviamo e pubblichiamo una nota della Confguide di Brindisi e Taranto sul fenomeno delle guide turistiche abusive, particolarmente tangibile in occasione delle ultime vacanza pasquali. 

L’attività di guida e di accompagnatore turistico, regolamentata da disposizioni nazionali e regionali,  continua ad essere una delle professioni  che maggiormente subisce le conseguenze dell’abusivismo.  Anche a Pasqua di quest’anno non sono infatti mancati i turisti, soprattutto i gruppi, guidati nelle escursioni e visite da   guide e  accompagnatori turistici privi di tesserino. 

Le  festività pasquali, il primo importante appuntamento con la stagione turistica, hanno richiamato nei centri storici e nei luoghi d’arte e cultura della provincia di Brindisi e Taranto,  gruppi organizzati di turisti, spesso accompagnati da operatori abusivi. Facile riconoscerli: quelli in regola espongono bene in vista - è un obbligo di legge - il tesserino personale di riconoscimento rilasciato dalle Regioni. Alle professioni turistiche di guida e accompagnatore si accede superando un esame abilitante svolto dalle Regioni e da giovedì 5 aprile sulla piattaforma www.bandiregionaliturismo.viaggiareinpuglia.it sono disponibili le banche dati dei quiz per il bando d’esame in corso della Regione Puglia, che vedrà impegnati migliaia di aspiranti nuove guide e accompagnatori turistici.

Aprile, maggio e giugno sono i mesi in cui si sviluppano le attività legate al turismo scolastico, ciò preoccupa fortemente le guide e gli Giovanni Colonna Presidente Confguide Brindisi e Taranto-2accompagnatori turistici ed in particolare Confguide Brindisi e Taranto. Non di rado infatti accade di vedere gruppi di studenti accompagnati da guide senza titolo.

L’Associazione provinciale di Confguide  Taranto e Brindisi, guidata dal presidente Giovanni Colonna, lancia un appello ai sindaci dei Comuni delle due province e per conoscenza ai prefetti, all’assessore regionale al turismo e ai dirigenti del Polo Museale Pugliese, della Soprintendenza di Brindisi, Lecce e Taranto, alle Autorità di gestione di Parchi e Riserve, alle autorità religiose e militari, alle forze dell’ordine affinché si contrasti attivamente l’annoso e odioso fenomeno dell’abusivismo.

“Da anni viene osservata la presenza di abusivi che operano indisturbati, organizzando, promuovendo e svolgendo attività di accompagnamento di singoli e gruppi di turisti e visite guidate nei centri storici, nei siti ambientali, negli attrattori di rilevanza turistica – si legge nella lettera di Confguide Brindisi e Taranto.  Nell’imminenza del periodo di alta  stagione, soprattutto in occasione delle attività legate al turismo scolastico, invitiamo i sindaci a porre in essere ogni azione connessa alle proprie funzioni di vigilanza  e controllo, come già sollecitato dai  Prefetti di Brindisi e di Taranto con proprie note di richiamo sui controlli e sulla vigilanza dovuti, inviata ai Comuni lo scorso mese di novembre. Confguide ha scritto per conoscenza anche ai Comandi provinciali della Guardia di Finanza e agli Ispettorati territoriali del Lavoro, affinché possa essere verificato se vi sono i presupposti, nell’ambito delle proprie competenze, anche per un loro interessamento e intervento a difesa dei principi della legalità e per la tutela del lavoro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Sversavano tonnellate di veleni: Brindisi come la "Terra dei Fuochi"

  • Altri sette casi positivi nel Brindisino sui 10 registrati in Puglia

  • Altri sei contagi e due morti nel Brindisino. Dati in calo nel resto della Puglia

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento