In vendita le ex colonie montane Gil

E’ stato emanato l’avviso di vendita da parte del Servizio demanio e patrimonio della Regione Puglia di due complessi di trulli sulla Selva di Fasano e di un immobile in vico Seminario a Brindisi. I primi negli anni Trenta hanno ospitato colonie montane della Gioventù Italia del Littorio (Gil).

Un ritaglio di giornale del regime del 1933

E’ stato emanato l’avviso di vendita da parte del Servizio demanio e patrimonio della Regione Puglia di due complessi di trulli sulla Selva di Fasano e di un immobile in vico Seminario a Brindisi. I primi negli anni Trenta hanno ospitato colonie montane della Gioventù Italia del Littorio (Gil), poi rispettivamente famiglie del luogo l’uno e un ristorante l’altra, mentre la struttura di Brindisi è vuota da tempo.

Ai sensi dell’art. 33 della legge regionale 28 aprile 1995 n.27 e al fine di promuovere il riordino e la razionalizzazione del patrimonio immobiliare, la giunta regionale può infatti procedere alla dismissione dei beni “non strumentali” e, dunque, non più finalizzati allo svolgimento delle attività istituzionali. Quanto sopra, è in linea con le disposizioni statali in materia di spending review (D.L. 95/2012), che impongono l’alienazione del patrimonio immobiliare disponibile, ai fini della riduzione dei costi della pubblica amministrazione.

Il Servizio demanio e patrimonio ha avviato una verifica del patrimonio immobiliare della Regione Puglia, al fine di individuare quei beni (terreni e fabbricati) non più fruibili per le esigenze istituzionali, e che attualmente gravano negativamente sul bilancio regionale sia per gli onerosi interventi manutentivi finalizzati alla conservazione, sia per gli oneri fiscali e tributari cui sono assoggettati; spesso, peraltro, non compensati da alcuna entrata economica se non sono concessi in locazione.

La selezione dei beni alienabili è stata condotta secondo i seguenti criteri: la non fruibilità per esigenze regionali; la necessità di interventi conservativi e strutturali gravosi per il mantenimento; l’incidenza degli oneri fiscali e tributari; la non suscettività al recupero e alla valorizzazione funzionale; l’assenza di possessi a qualsiasi titolo. Rientrano in queste caratteristiche i beni messi in vendita che interessano Fasano e Brindisi (di cui alleghiamo in calce l’avviso per gli interessati).

Nello specifico, si tratta della Colonia collinare “Bianchi” ex Gioventù Italiana del Littorio, che si trova su viale Belvedere a Selva di Fasano; quindi della Colonia collinare “Coppolicchio” sempre ex Gioventù Italiana del Littorio in viale delle More, sempre a Selva di Fasano (Br); dei locali ex Cpps di vico Seminario n. 12 nel centro storico di Brindisi a due passi da piazza Duomo.

Le relazioni di stima dell’Agenzia del Territorio indicano come importi per la Colonia collinare “Bianchi” 321mila euro; per la Colonia collinare “Coppolicchio” 281mila euro; per i locali ex Cpps 72mila euro mentre, sono in corso di definizione le verifiche dell’interesse culturale, di cui agli artt. 53 e seguenti del d. lgs n.42/2004, da parte della Soprintendenza competente in materia.

Preziose, a tale proposito (almeno dal punto di vista giornalistico) le copie gelosamente custodite nell’emeroteca della Biblioteca provinciale brindisina del “Giornale di Brindisi”, organo della Federazione dei Fasci di Combattimento, quotidiano fondato dal cavalier Enrico Accettulli, da cui abbiamo ricavato immagini e testi sulle due Colonie Montane della Gil. Una delle quali, la “Bianchi”, apprendiamo dal “Giornale di Brindisi”, aveva anche una piscina.

A proposito della “Bianchi”, nella prima pagina dell’1 agosto 1935 si leggeva: “E’ l’unica colonia montana della nostra provincia. La direzione, il refettorio, la cucina si trovano in comodi ambienti donati dalla famiglia Bianchi; il dormitorio invece sotto una lunghissima e grande tenda, a doppie pareti, resistenti alle intemperie, molto arieggiata. Da un lato è stata quest’anno costruita una piscina degradante dai 20 ai 40 centimetri, unica in tutta la regione. E’ fornita di acqua dell’Acquedotto Pugliese, e i coloni fanno ogni mattina un salutare bagno”.

Avviso di alienazione immobili

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Malore alla guida: autista accosta e poi si accascia, in salvo gli studenti

  • Incidenti: le vittime e le strade più pericolose del Brindisino

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

  • Nuova allerta arancione per lo scirocco nella giornata di mercoledì

  • Lite fra vicini sfocia nel sangue: uomo preso a sprangate in testa

Torna su
BrindisiReport è in caricamento