Leucci, tavolo in prefettura: aziende assenti, liquidati alcuni lavoratori

La committente Enel ha versato le mensilità pregresse a una parte del personale, applicando la legge Biagi. “Ora una clausola sociale”

Nessuna delle aziende convocate ha partecipato al nuovo incontro sulla vertenza Leucci Costruzioni che si è svolto stamattina presso la prefettura di Brindisi, in presenza delle organizzazioni sindacali. 

“Il prefetto – si legge in una nota a firma del segretario provinciale della Fiom Cgil brindisi, Angelo Leo - si è impegnato a riconvocare a stretto giro di posta gli assenti che non possono esimersi dal confronto al tavolo della Prefettura compresa la Leucci Costruzioni, i cui responsabili risultano tecnicamente ancora in carica, non essendosi più riunito il consiglio di amministrazione per ratificare le dimissioni”. 
“Alcuni lavoratori – prosegue Leo - sono già stati liquidati dall’Enel per le mensilità pregresse applicando la Legge Biagi, con un congruo anticipo. Stessa cosa dovrebbero fare le altre aziende committenti della Leucci. Resta comunque il dramma per tanti lavoratori di non aver ancora recuperato le mensilità pregresse, e di non intravedere alcuna possibilità occupazionale per il futuro”. 

“A questo punto - spiega Leo - solo una clausola sociale nei futuri appalti dell'Enel, potrebbe ridare una speranza occupazionale ai lavoratori. La Fiom si batterà per fare riconoscere tramite il suo ufficio legale a tutte le aziende committenti il diritto dei lavoratori all’applicazione della legge Biagi”. 

“La Fiom – conclude Leo - sosterrà tutte le iniziative che i lavoratori vorranno intraprendere per non spegnere i riflettori sulla loro situazione. I lavoratori non hanno alcuna colpa di quanto accaduto, anzi sono gli unici insieme alle loro famiglie a subire questa insopportabile

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • "Ora basta". I medici esasperati scrivono a prefetto e procuratore

  • Carovigno, imprenditore dona buoni spesa da 30 euro per persone in difficoltà

Torna su
BrindisiReport è in caricamento