Imprese locali e mercato giapponese: workshop a Francavilla

Le opportunità offerte dall'accordo Jefta (Japan - Ue Free Trade Agreement) a piccoli imprenditori, artigiani e agroalimentare di qualità

La zona industriale di Francavilla Fontana

FRANCAVILLA FONTANA – In attesa che si definisca la querelle politica nazionale sulla Via della Seta, Francavilla Fontana guarda comunque all’Asia e giovedì 21 marzo alle 18 nella Sala Mogavero di Castello Imperiali si svolgerà il workshop organizzato dall’amministrazione civica “Le aziende pugliesi incontrano il Giappone”, rivolto in maniera particolare a imprenditori, artigiani e produttori agricoli.

L’evento, organizzato dall’assessorato alle Attività Produttive, e da Confimpresa e Alpha Omega – Servizi alle Imprese, avrà lo scopo di illustrare le prospettive e le opportunità per le attività produttive locali dopo l’accordo di partenariato economico formalizzato tra Unione Europea e Giappone.

Entrato in vigore lo scorso 1 febbraio, l'accordo Jefta (Japan - Ue Free Trade Agreement), è una intesa di libero scambio che contiene particolari vantaggi per il made in Italy con una progressiva riduzione dei dazi e il riconoscimento delle indicazioni geografiche sui prodotti. La partecipazione al workshop è libera e gratuita.

“L’accordo con il Giappone rappresenta una opportunità unica anche per le aziende e i produttori francavillesi – dichiara l’assessore alle Attività Produttive, Domenico Magliola – grazie a questo accordo, nato in Europa, le imprese locali avranno la possibilità di ampliare il proprio mercato e tutto questo non può che avere delle ricadute positive sul territorio in termini economici ed occupazionali. È necessario che le imprese escano dalla logica del piccolo giardino ed entrino nella prospettiva di rete”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • "Ora basta". I medici esasperati scrivono a prefetto e procuratore

  • Carovigno, imprenditore dona buoni spesa da 30 euro per persone in difficoltà

Torna su
BrindisiReport è in caricamento