Leucci: "Siano pagati gli stipendi a tutti i lavoratori dell'appalto Enel"

Richiesta avanzata dalla Fiom Cgil all'Enel. Il segretario Angelo Leo: "Nessuna distinzione fra impiegati e operai"

BRINDISI - La Fiom Cgil Brindisi invita l’Enel a estendere al maggior numero possibile di dipendenti della Leucci Costruzioni, siano essi impiegati o lavoratori delle officine, i benefici della legge Biagi. Il segretario generale della sigla sindacale, Angelo Leo, sostiene infatti che la “stragrande maggioranza” del personale dell’azienda metalmeccanica abbia lavorato in monocommittenza con l’appalto Enel presso la centrale Federico II di Cerano. 

Per questo Leo, a seguito di un'assemblea dei lavoratori della Leucci, “trova incomprensibile la posizione di chi non ha mosso un dito nei confronti della Leucci che per sette mesi ha tenuto i lavoratori a lavoro senza percepire retribuzioni e per giunta oggi invita l'Enel a retribuire il più basso numero di lavoratori possibili”. 

“Basta – insiste Leo - con la sofferenza di oltre 100 famiglie senza retribuzioni da ormai 8 mesi. Basta con i giochetti di padroni di società che nonostante fossero detentori di appalti milionari hanno portato sul lastrico, centinaia di famiglie che ora si trovano in gravi difficoltà economiche, esposti con le banche ed in difficoltà persino con il pagamento delle utenze vitali di una normale dignitosa vita quali le bollette elettriche o i canoni di acqua e fogna”. 

La Fiom Cgil invita l’Enel ad accelerare “il più possibile i tempi di pagamento diretto ai lavoratori delle retribuzioni pregresse”. “Ogni giorno di ritardo diventerà un dramma pericoloso per i lavoratori e le loro famiglie. Inoltre chi non ama i lavoratori cambi mestiere o quanto meno la smetta no di fare loro del male perché sono già più che sufficienti i cattivi padroni che sono purtroppo cosa diversa dagli onesti e seri imprenditori”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion si ribalta e sfonda spartitraffico: superstrada riaperta al traffico

  • Professore in pensione trovato morto in casa, il corpo era in decomposizione

  • Ucciso a 19 anni: si indaga sul movente. Il papà: "Perché tanta cattiveria"

  • Tute, scooter e passamontagna: i "Falchi" scoprono il covo dei rapinatori

  • Tamponamento tra furgone e trattore sulla provinciale: feriti i conducenti

  • “Aste giudiziarie, prove evidenti”: processo immediato per nove brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento