Intervento/ Porti, operare come rete

Ricambio la stima per l'ing. Casilli e fornisco i chiarimenti che lui richiede anche se, ritengo il mio articolo fosse abbastanza chiaro e non si prestasse a ulteriori interpretazioni. Non mi riferivo a improbabili ruoli assegnati a tavolino ad un porto piuttosto che ad un altro, quanto ad un metodo.

Francesco Mariani, nuovo presidente Mpc

Ricambio la stima per l'ing. Casilli e fornisco i chiarimenti che lui richiede anche se, ritengo il mio articolo fosse abbastanza chiaro e non si prestasse a ulteriori interpretazioni. Quando mi riferivo ad una "cornice" politica a livello regionale nella quale era inserito anche il tema delle nomine dei presidenti, mi riferivo ad un orientamento, relativo alla creazione di un sistema di sviluppo sinergico della portualità pugliese, che doveva impegnare anche dei presidenti, non a caso, nominati unificando le scadenze dei singoli mandati.

In altre parole la volontà della Regione di guardare alla portualità pugliese come ad una materia omogenea, parte essenziale del sistema dei trasporti ed elemento fondamentale della competitività territoriale. Non mi riferivo a improbabili ruoli assegnati a tavolino ad un porto piuttosto che ad un altro, quanto ad un metodo che fa del dialogo e della programmazione concertata, gli strumenti più opportuni per la costruzione di politiche di sviluppo territoriale. Lo stesso approccio utilizzerei guardando all'inserimento nella rete core dei porti considerati quali nodi terminali della nuova rete transeuropea di trasporti.

Dobbiamo considerare il sistema pugliese come parte integrante della rete e non il singolo porto. Non c'è un senso trasportistico nel "saltare" Brindisi nel quadro della rete "core" . Dovranno essere le scelte regionali e delle singole Autorità a correggere un'impostazione sbagliata. Se il disegno europeo avrà davvero un futuro, i nuovi flussi di traffico non potranno che trovare che una risposta nell' intero sistema portuale pugliese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I singoli porti sono e resteranno troppo deboli per reggere la sfida che viene prospettata dal nuovo assetto della rete di trasporto transeuropea. Tuttavia a me il tema più attuale appare un altro: quale assetto dei traffici uscirà da questa crisi e quale assetto infrastrutturale sarà effettivamente necessario dato che, io penso, tutto non tornerà come prima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

Torna su
BrindisiReport è in caricamento