No albergatori a tassa di soggiorno

Ostuni, Rione Terra OSTUNI - La politica della tassa di soggirono non piace a Federalberghi. Fasano ne ha rinviato l'applicazione, Ostuni invece l'ha votata in consiglio comunale. Due strade diverse per le due punte di diamante del turismo brindisino sul piano del numero e della qualità delle strutture ricettive. Lo fa sapere oggi la stessa Federalberghi della Provincia di Brindisi: "Una scelta, questa, già peraltro ratificata dal Consiglio comunale e che andrà in vigore a partire dal prossimo mese di aprile".