Recupero alloggi abitativi, scadenza bando

BARI - La Regione Puglia avverte che ci sono ancora solo 15 giorni di tempo per partecipare al bando pubblico per la concessione di contributi a favore di privati che intendano recuperare uno o più alloggi da destinare all’affitto o a prima abitazione (purché tale attività non venga svolta per finalità professionali o imprenditoriali). Il bando è dotato di una somma di 10.014.651,85 euro del Piano Casa Regionale.

BARI - La Regione Puglia avverte che ci sono ancora solo 15 giorni di tempo per partecipare al bando pubblico per la concessione di contributi a favore di privati che intendano recuperare uno o più alloggi da destinare all’affitto o a prima abitazione (purché tale attività non venga svolta per finalità professionali o imprenditoriali). Il bando è dotato di una somma di 10.014.651,85 euro del  Piano Casa Regionale.

Il bando finanzia due tipi di interventi: il recupero di immobili da destinare all’affitto per un periodo non inferiore a otto anni applicando canoni di locazione non superiori a quelli definiti negli accordi fra le organizzazioni della proprietà edilizia e le organizzazioni dei conduttori maggiormente rappresentative; il recupero di immobili da destinare a prima casa per sè o per parenti e/o affini entro il secondo grado. In entrambi i casi, precisa una nota della Regione Puglia,  il bando individua i requisiti soggettivi richiesti per poter beneficiare dell’abitazione recuperata con il contributo regionale (limiti di reddito, indisponibilità di altri immobili, eccetera).

Potranno essere candidati al finanziamento regionale gli interventi di recupero riconducibili alla tipologia della manutenzione straordinaria, del restauro e risanamento conservativo, della ristrutturazione edilizia. Non possono essere interessati abitazioni signorili, ville, palazzi di pregio (categorie catastali A/1, A/8, A/9) e quelli la cui superficie complessiva sia superiore a 160 metri quadrati.

La misura del singolo contributo varia a seconda della tipologia di intervento e della durata della locazione: da un massimo € 15.000 nel caso di immobili da destinare a prima casa per se o per parenti e/o affini entro il secondo grado,  sino ad un massimo di € 35.000 qualora l’immobile sia destinato alla locazione per un periodo non inferiore a 16 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli interessati potranno candidare anche più interventi di recupero con l’unica domanda che dovrà pervenire al Servizio Politiche Abitative della Regione Puglia entro e non oltre sessanta giorni dalla pubblicazione del Bando nel BURP.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Altri sette casi positivi nel Brindisino sui 10 registrati in Puglia

  • Altri sei contagi e due morti nel Brindisino. Dati in calo nel resto della Puglia

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Benzinai rapinati all'alba: in azione banditi armati di pistola e accetta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento