Ricongelato il decreto scaccia-navi

BRINDISI – Il Tar oggi pomeriggio ha cambiato nuovamente lo scenario del porto di Brindisi, che ieri era diventato davvero fosco. Alla luce di motivi aggiunti presentati oggi dagli avvocati dell’agente marittimo Franco Aversa, il presidente della prima sezione Antonio Cavallari ha nuovamente sospeso con atto monocratico l’efficacia del famoso decreto numero 100 del 25 maggio 2012 del presidente dell’Autorità portuale di Brindisi. Iraklis Haralambidis. La ragione è presto detta: i motivi aggiunti riguardano l’illegittimità del decreto 100 in quanto adottato da autorità nominata con decreto ministeriale annullato con sentenza dello stesso Tar del 26 giugno 2012, numero 1138.