Leonardo: riduzione di un programma Boeing presso il sito di Grottaglie

Giuseppe Acierno: "Auspicabile in futuro il coinvolgimento del sito di Grottaglie in altri programmi di Boeing"

BRINDISI – Leonardo Aerostrutture ha ridotto la produzione del B787 della Boeing presso il sito di Grottaglie (Taranto). Lo si apprende da un articolo pubblicato su Aeropolis.it, network indipendente della comunicazione italiana dell’aerospazio.  “La conferma ufficiale delle difficoltà commerciali del programma – si legge su Aeropolis.it - era attesa, è arrivata con la pubblicazione di Boeing, il 29 gennaio scorso, del report sui dati economici e finanziari del quarto trimestre 2019. La produzione per il programma B787 scendono da 14 a 12 serie mese, entro l’anno in corso. Prevista una ulteriore riduzione da 12 a 10 serie mese da partire da inizio 2021”.

Da quanto appreso da fonti sindacali, non vi sono aziende della provincia di Brindisi impegnate nel programma del B787. Si escludono, quindi, ripercussioni occupazionali per il territorio, a differenza di quanto accaduto con lo stop alla produzione del velivolo 737 Max disposto da Boeing lo scorso dicembre. 

“Il programma 787 Dreamliner di Boeing  - dichiara a BrindisiReport Giuseppe Acierno, presidente del Distretto tecnologico aerospaziale - rappresenta certamente il futuro dell’aviazione civile. Numerose compagnie aeree hanno scelto il 787 e questo rappresenta un elemento di forza per il sito di Grottaglie che in questi anni è cresciuto considerevolmente sia dal punto di vista dell’occupazione che da quello dell’efficienza.” 

Giuseppe Acierno

“L’attuale riduzione del rateo a 12 – prosegue Acierno - è come noto figlia del momento che il colosso americano sta attraversando e che certamente pone pressione su tutti i partner del programma. L’auspicio e che questa fase venga quanto prima superata dalla multinazionale americana e possano quindi terminare le ripercussioni sui vari programmi aeronautici”. 

“Altrettanto auspicabile sarebbe vedere in futuro il sito di Grottaglie coinvolto in altri programmi di Boeing – afferma ancora Acierno - superando il suo essere un sito mono prodotto. Non è certamente un obiettivo facile da raggiungere, ma ciò genererebbe da un lato nuove opportunità di lavoro e dall’altro garantire maggiore flessibilità ed efficienza dinanzi a situazioni quale è quella verificatasi”.
“Credo che l’azienda Leonardo, partner di Boeing – conclude Acierno - abbia tutti gli strumenti per gestire questa fase e per continuare a valorizzare l’eccellenza del sito di Grottaglie, unico in Europa”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Coronavirus: primo caso positivo al test in Puglia

  • Flacone di amuchina a prezzo quintuplicato: nei guai un commerciante

  • Coronavirus: "Pugliesi di rientro dal Nord contattino le autorità sanitarie"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento