Ex Gse: rientra lo stato d'agitazione, martedì incontro con la task force

La Rsu Dar/Dcm annuncia la ripresa delle attività lavorative, in attesa dell'incontro, previsto martedì, con la task force regionale

BRINDISI - Rientra lo stato di agitazione dei lavoratori Dar/Dcm, le due aziende del gruppo Dema nate dal fallimento della Gse. La decisione di riavviare immediatamente le attività produttive è stata presa al culmine di un’assemblea che si è svolta stamani (1 novembre) davanti ai cancelli dell’azienda. 

Da una nota diramata dalla Rsu (rappresentanza sindacale unitaria) si apprende che perla giornata di lunedì (4 novembre) “è attesa l’assemblea sindacale indetta da Fim, Fiom e Uilm a cavallo dei due turni lavorativi alla quale parteciperanno tutte le Maestranze in Dar e Dcm assieme alla Rsu e alle segreterie territoriali di Uglm, Fismic e Cobas”.

Nel pomeriggio di martedì invece, alle ore 17, è convocata una riunione presso la sala di rappresentanza Mario Marino Guadalupi del Comune di Brindisi con le organizzazioni sindacali, Rsu Dar e le maestranze di Dar e Dcm alla presenza del sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, e della task force della Regione Puglia che sta seguendo e monitorando la vertenza.

L’auspicio della Rsu “è che l’azienda possa tornare al più presto sui suoi passi e che possa aprire spiragli di confronto costruttivo che debba necessariamente tenere dentro tutte le maestranze, in principale modo le Maestranze di Dcm che sono quelle più esposte nell’immediato secondo le dichiarazioni rese dall’amministratore Delegato del Gruppo Dema al tavolo di confronto al Mise di mercoledì scorso”.

La Rsu rimarca come “i lavoratori Dcm, attualmente ancora in cassa integrazione, fino ad ora hanno avuto pazienza infinita avendo confidato negli accordi Istituzionali e sindacali con la Società che prevedevano il graduale reinserimento nei programmi di lavoro di Dar. Il tempo gioca a sfavore per cui l’impegno è di trovare in tempi rapidi soluzioni idonee e concrete che salvaguardino l’occupazione di tutti e il pieno rilancio delle produzioni”.

“Solo all’esito dei due importantissimi appuntamenti previsti, quello sindacale per la giornata di lunedì e quello Istituzionale per la giornata di martedì – si legge infine nella nota - le maestranze assieme alle Rsu decideranno le altre eventuali iniziative da intraprendere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Bimba nata morta all’ospedale Perrino”: denuncia dei genitori

  • Trovato senza vita: sospetta overdose, pm dispone autopsia

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Maltempo: scuole chiuse a Brindisi a in altri Comuni della provincia

  • Incidente sulla provinciale, auto si schianta contro albero: grave un giovane

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento