Sciopero Alitalia e guardie giurate: disagi in aeroporto

Lunga coda nell'area dei controlli a causa delle proteste dei vigilantes. Annullati due voli ALitalia per sciopero personale di volo

BRINDISI – Come nelle previsioni, a partire da mezziogiorno di oggi (lunedì 25 marzo) si sono registrati disagi nei controlli di sicurezza presso l’aeroporto di Brindisi, a causa dello sciopero delle guardie giurate dell’Ati composta da Securpool e Sicuritalia che presidia l’area security. La mobilitazione è stata indetta a livello nazionale nello stesso giorno in cui era previsto anche lo sciopero del personale Enav, che però poi è rientrato, e dei dipendenti Alitalia. Su questo fronte le ripercussioni sono state contenute, se si considera che solo due voli di linea sono saltati.

Le istanze

Ma per quale motivo i vigilantes si sono ritrovato all’esterno dello scalo aeroportuale, dando vita a un sit in di protesta? La manifestazione odierna è in realtà un seguito di quelle già andate in scena il 4 maggio e il 2 febbraio. Le organizzazioni sindacali di categoria da tempo, infatti, chiedono il rinnovo del contratto nazionale del lavoro di vigilanza privata, che tarda ad arrivare. Le proposte finora formulate dalle associazioni datoriali sono ritenute “inadeguate e inopportune”, spiega a BrindisiReport Armando Mundi, della Filcams Cgil. Il problema dunque investe non solo i vigilantes che prestano servizio in aeroporto, ma anche chi sta a bordo dei blindati ed espleta le varie altre mansioni previste dal Ccnl.

Controlli sicurezza aeroporto di Brindisi 2-2

Oltre a chiedere l’adeguamento dei salari, i sindacati sollevano la questione flessibilità. Perché il modello di flessibilità proposto dalle associazioni datoriali, “non sarà in realtà flessibilità – spiega Mundi – ma quasi una forma di schiavismo”. I datori di lavoro propongono infatti la possibilità di utilizzare gli operatori per 14 giorni di fila, con un solo giorno di riposo. “Inoltre – aggiunge Mundi – vorrebbero introdurre la flessibilità sugli orari, cosa che di fatto comporterebbe la possibilità di utilizzare gli operatori a qualsiasi ora del giorno, nell’arco delle 24 ore”.

Controlli sicurezza aeroporto di Brindisi-3

Possibili disagi

Viene respinta al mittente anche la proposta della franchigia dei tre giorni di malattia, ossia l’obbligo per il dipendente di sostere a proprie spese i primi tre giorni di malattia. “Tutte queste proposte – afferma Mundi – sono per noi irricevibili”.

A partire dalle 12, come detto, si è formata una lunga coda di passeggeri nell'area security. Inevitabilmente i controlli procedono a rilento. Per questo è consigliabile recarsi in aeroporto con congruo anticipo. 

Articolo aggiornato alle ore 12,54

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Falsi amici: gli alimenti che mangi per dimagrire, invece fanno ingrassare

I più letti della settimana

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Pulmino si schianta contro un albero: feriti sette braccianti, due sono gravi

  • Scontro sulla litoranea: mamma e due bambini in ospedale

  • La Polstrada recupera auto rubata dopo un inseguimento

  • Auto si ribalta sulla superstrada: illesi tre giovani brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento