Doppia vertenza Sanitaservice: il Cobas proclama lo stato d'agitazione

Il sindacato si oppone all'esternalizzazione del settore pulizie e chiede l'assunzione dei lavoratori precari

BRINDISI - Il sindacato Cobas proclama lo stato di agitazione di tutto il personale di Sanitaservice. Si tratta dell’ennesima iniziativa intrapresa per disinnescare gli effetti di una discussa sentenza del Consiglio di Stato che sta portando all’esternalizzazione del settore pulizia e per l’assunzione dei precari della partecipata. Il sindacato, in particolare, chiede che venga stoppata una gara di recente indetta dall’azienda sanitaria per affidare a una ditta privata tale servizio. Per questo i rappresentanti del sindacato il prossimo 18 giugno si recheranno a Bari, dove, presso la sede dell’assessorato regionale alla Sanità, incontreranno il nuovo direttore di dipartimento della Sanità della Regione Puglia, Vito Montanaro.

Il Cobas, tramite una nota a firma del segretario provinciale, Roberto Aprile, contesta l’applicazione “in modo retroattivo di leggi precedenti Roberto Aprilealla introduzione in Italia delle direttive europee sulle internalizzazioni nelle società pubbliche”.

“Si aggiungono allo stato di agitazione anche altre motivazioni – prosegue Aprile – come la storica insufficienza di personale che ha come effetto quello di operare pressioni sul personale e nessuna concessione di ferie”. I lavoratori a rischio esternalizzazione sono 300. “Il tempo che ci rimane per bloccare la gara delle pulizie – si legge ancora nella nota del Cobas - è veramente poco. Purtroppo le dimissioni del precedente Direttore di dipartimento, Ruscitti, e la nomina del nuovo, Vito Montanaro, hanno fatto perdere mesi utili a contrastare tali scelte”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda la stabilizzazione dei precari, il Cobas chiederò “l’attivazione del tavolo provinciale, che è lo strumento deciso dalla Regione Puglia per la loro assunzione”. Si tratta di lavoratori “che hanno acquisito – rimarca Aprile - il diritto di precedenza nelle nuove assunzioni di personale ausiliario nel corso degli anni e si aspetta solo la loro assunzione”. “Due obiettivi, precari e pulizie che il Cobas insegue con determinazione da tempo”:

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavori agricoli, arriva il sì dalla Regione: "attività indifferibili"

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Paziente muore in ambulanza. Sgomberata Pneumologia

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

  • Scu, si è suicidato il pentito Sandro Campana: accusò il fratello Francesco

  • Coronavirus: muore un ragioniere, Carovigno piange un'altra vittima

Torna su
BrindisiReport è in caricamento