Tempo di bilanci anche per l'animazione turistica in valle d'Itria

Soddisfatti gli assessori di Ostuni, Cisternino, Ceglie Messapica, Martina Franca e Locorotondo. Il supporto della Regione

Proseguono con grande successo e partecipazione di pubblico le attività di animazione on-site gratuite del progetto "IN Valle d'Itria", organizzate e promosse dagli Info-Point turistici della Valle d'Itria, gestiti dalla Società Cooperativa Sistema Museo, in collaborazione con i Comuni beneficiari dei progetti in sostegno di punti di informazione turistica, l’Assessorato al Turismo della Regione Puglia e Pugliapromozione.

Gastronomia a Martina Franca-2

Da fine giugno ad oggi alle attività hanno preso parte circa mille partecipanti provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo. Le attività si svolgono presso gli Info-Point dei Comuni di Ostuni, Martina Franca, Cisternino, Locorotondo e Ceglie Messapica. Mettendo insieme storia, arte, enogastronomia e tradizioni locali, sono diventate un appuntamento fisso per turisti e visitatori alla ricerca di esperienze autentiche in Puglia.

Degustazione di oli e friselle a Cisternino-2

L’azione che il progetto "IN Valle d'Itria" sta portando avanti è quella di consentire di partecipare a più iniziative possibili, conoscere l’area della Valle d’Itria nella sua integrità e vivere in ogni luogo esperienze tipiche da riportare con sé al ritorno dal viaggio in Puglia.

Degustazione di oli e friselle a Cisternino (2)-2-2

Le esperienze della Valle d’Itria, in corso di svolgimento, accompagnano il turista in itinerari sensoriali alla scoperta di alcuni dei borghi più belli d'Italia per assaporarne le tipicità enogastronomiche, conoscerne i segreti della preparazione e ballare al ritmo dei suoni tradizionali della Puglia. Queste attività sono state inserite in un’offerta integrata ampia ed articolata che mette in rete le informazioni al pubblico e la realizzazione di materiali di comunicazione dedicati.

Incontro con il vino bianco a Locorotondo-2

La programmazione delle attività è supportata da un punto di vista amministrativo dai Comuni e da un punto di vista progettuale e tecnico da Sistema Museo con la sua piattaforma online di turismo esperienziale Italytolive e Pugliatolive. Tale azione va incontro alla volontà politica dei Comuni dell’area Valle d’Itria, avviata negli ultimi mesi, che mira a mettere in rete informazioni, eventi ed esperienze del territorio.

Turisti ballano la pizzica a Ostuni-2

Soddisfatti di questa prima sperimentazione gli assessori al Turismo delle città interessate, per il ritorno di immagine e presenze, con ringraziamenti all’assessore regionale Loredana Capone per il supporto, accompagnati dall’intento di ottenere una ottimale destagionalizzazione dei flussi turistici, e una Valle d’Itria che viva tutto l’anno con una forte collaborazione tra pubblico e privato.

Le attività esperienziali di animazioni on site possono essere prenotate direttamente presso gli Info-Point Turistici della Valle d’Itria (Cisternino, Locorotondo, Martina Franca e Ostuni), sui portali italytolive.it e pugliatolive.it nella sezione “prossime partenze” o attraverso il numero WhatsApp +39 328 7135544.

Le attività rientrano nel progetto di qualificazione e potenziamento degli Info-Point turistici aderenti alla Rete Regionale di Pugliapromozione, di cui i Comuni coinvolti risultano beneficiari, nell’ambito del POR Puglia FESR-FSE 2014-2020. Asse VI "Tutela dell'ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali". Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Bimba nata morta all’ospedale Perrino”: denuncia dei genitori

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Malore alla guida: autista accosta e poi si accascia, in salvo gli studenti

  • Maltempo: scuole chiuse a Brindisi a in altri Comuni della provincia

  • Incidenti: le vittime e le strade più pericolose del Brindisino

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento