Tempi duri per Nintendo

TOKYO - Per Nintendo il 2012 è un anno di contrazione delle vendite, seguita dalla diminuzione del valore delle console 3DS e Wii, al momento delle loro vendite, legato allo yen forte. Nintendo Co., Ltd di Kyoto, leader mondiale indiscusso nella creazione e nello sviluppo di intrattenimento interattivo, in parvenza della concorrenza di smartphone e tablet, nel passaggio dai vecchi ai nuovi prodotti, ha segnato nel 2011/2012 il primo "rosso" , in 30 anni e la perdita netta di 43,20 miliardi (400 milioni di euro circa), a fronte di utili per 77,62 miliardi nell'anno precedente.

Una Wii

TOKYO - Per Nintendo il 2012 è un anno di contrazione delle vendite, seguita dalla diminuzione del valore delle console 3DS e Wii, al momento delle loro vendite, legato allo yen forte. Nintendo Co., Ltd di Kyoto, leader mondiale indiscusso nella creazione e nello sviluppo di intrattenimento interattivo, in parvenza della concorrenza di smartphone e tablet, nel passaggio dai vecchi ai nuovi prodotti, ha segnato nel 2011/2012 il primo "rosso" , in 30 anni e la perdita netta di 43,20 miliardi (400 milioni di euro circa), a fronte di utili per 77,62 miliardi nell'anno precedente.

In calo del 36% i ricavi, scesi a 647,65 miliardi di yen. Nei prossimi mesi si prospettano nuove uscite per 3DS e Wii, con avventure da brivido e stravaganti sfide a ritmo di musica, oltre a un nuovo aggiornamento di sistema, con la speranza di sollevare questa difficile situazione in cui è piombata la Nintendo.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Dimissioni in blocco di 17 consiglieri: cade la sindaca di Brindisi

    • Politica

      Seguaci di Fitto all'attacco: traballano le giunte a Ostuni e Carovigno

    • Cronaca

      Dirottata la prima nave, ne arriva un'altra con 476 migranti a bordo

    • Cronaca

      Spacciatore arrestato dopo un inseguimento: sequestrati due involucri di coca

    I più letti della settimana

    • Via al bando per liberare il porto dal cono d'atterraggio troppo basso

    • Licenziamenti al petrolchimico: "Aziende irremovibili, lo sciopero continua"

    • Welcome card, parcheggi e aperture non stop: le idee per rilanciare il commercio

    • Bonifiche ferme da due anni: "Crisi ambientale e licenziamenti ad Autigno"

    • Lippolis nuovo presidente dei giovani imprenditori di Confindustria Puglia

    • Il ministro De Vincenti: "Pronti per il rilancio dell'area industriale di Brindisi"

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento