Turismo adriatico, workshop a Mesagne

MESAGNE – Primo workshop del progetto europeo “Tur.Grate 2” martedì 6 dicembre 2011 a Mesagne presso l’auditorium del Castello Normanno Svevo con inizio alle ore 17. Prenderanno parte all’incontro il sindaco di Mesagne Franco Scoditti, Serena Mingolla, project manager del partenariato del progetto, Walter Zezza, assessore marketing territoriale e politiche energetiche del comune di Mesagne, Renato Di Gregorio, esperto in progettazione partecipata, Francesca Cajani del Cetma e Roberto Carella esperto in marketing.

Il centro storico di Mesagne fotografato dal Castello

MESAGNEPrimo workshop del progetto europeo “Tur.Grate 2” martedì 6 dicembre 2011 a Mesagne presso l’auditorium del Castello Normanno Svevo con inizio alle ore 17. Prenderanno parte all’incontro il sindaco di Mesagne Franco Scoditti, Serena Mingolla, project manager del partenariato del progetto, Walter Zezza, assessore marketing territoriale e politiche energetiche del comune di Mesagne, Renato Di Gregorio, esperto in progettazione partecipata, Francesca Cajani del Cetma e Roberto Carella esperto in marketing.

“Tur.Grate 2" è un progetto transfrontaliero finanziato dall'Unione Europea finalizzato a promuovere ambiente, natura e sviluppo sostenibile sul territorio. Esso si inserisce nel programma Ipa Adriatico e coinvolge le Città di Mesagne, Latiano, Nardò, il Cotup, Consorzio degli Operatori Turistici Pugliesi ed altre istituzioni locali di Albania, Grecia e Montenegro. Il progetto intende realizzare e mettere a sistema una serie di interventi di promozione, valorizzazione e migliore fruizione delle risorse naturali, paesaggistiche e ambientali, rafforzando la competitività delle destinazioni turistiche coinvolte, in un'ottica di sviluppo sostenibile.

Aspetto fondamentale del progetto è la creazione di una forte sinergia pubblico/privato, per la creazione di un vero e proprio distretto euromediterraneo di valorizzazione del patrimonio territoriale. In questo senso, il coinvolgimento degli operatori economici e delle aziende della filiera turistica ed agroalimentare consentirà di qualificare l'offerta dei servizi sul territorio.

Con il workshop s’intende analizzare i punti di forza e di debolezza del prodotto turistico locale ed individuare – con un lavoro comune – le azioni da intraprendere per la creazione di un sistema condiviso pubblico – privato, per la gestione del prodotto turistico territoriale. “Non un convegno, ma un vero e proprio workshop, - ha dichiarato l’assessore Walter Zezza - primo passaggio di due che costituiscono la cosiddetta “progettazione partecipata, che sarà utile a sollecitare un'analisi profonda e condivisa tanto degli operatori del settore turistico, quanto di coloro i quali a pieno titolo fanno parte del settore produttivo e sociale della nostra città, o a diverso titolo sono interessati allo sviluppo locale e all’apertura di forme di collaborazione con gli altri Stati coinvolti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'appuntamento di martedì 6 dicembre, aperto il fondamentale momento di ascolto dei diversi attori coinvolti, prevederà gli interventi di esperti che spiegheranno le ricadute positive delle principali azioni progettuali già intraprese, tra cui quelle per la qualificazione ed innovazione della ricettività e gli strumenti comuni per migliorare i prodotti agroalimentari ed artigianali delle aree target. Le conclusioni dell’incontro costituiranno un impegno tematico per il prossimo workshop, previsto per il 13 dicembre 2011 alle ore 17 presso la sede del Gal  in via Albricci a Mesagne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

Torna su
BrindisiReport è in caricamento