giovedì, 24 aprile 13℃

A Ceglie il festival "Zona U”

CEGLIE MESSAPICA - Parte questa sera la terza edizione dell'eco-music festival Zona U, ideato dall'associazione Zion con l'intento di tenere sempre vive le più importanti tematiche che circondano il nostro territorio, ovvero la tradizione, l'ecologia, la creatività. L'evento dura tre giorni e dedica una giornata ad ogni tema. Il tutto si svolgerà all'interno della pineta Ulmo, sulla provinciale Ceglie Messapica-Martina Franca.

Fabio Mollica 3 agosto 2012

CEGLIE MESSAPICA - Parte questa sera la terza edizione dell'eco-music festival Zona U, ideato dall'associazione Zion con l'intento di tenere sempre vive le più importanti tematiche che circondano il nostro territorio, ovvero la tradizione, l'ecologia, la creatività. L'evento dura tre giorni e dedica una giornata ad ogni tema. Il tutto si svolgerà all'interno della pineta Ulmo, sulla provinciale Ceglie Messapica-Martina Franca.

Questa sera sarà la giornata delle tradizioni. Dalle ore 21 si potranno ammirare diversi spettacoli creativi. Ci sarà Dora Ricci, propietaria dell'omonimo ristorante al fornello da Ricci, che si esibirà in uno show-cooking che ci farà viaggiare nel tempo, mostrandoci le migliori tecniche di preparazione delle antiche ricette locali. A seguire Cinzia Fasano, figlia d'arte di ceramisti, che si esibisce nel suo show "Di(s)creta" spettacolo sospeso tra la materializzazione delle forme e la trasformazione della materia. Un viaggio discreto attraverso i segreti della creta. Nata a Grottaglie, Cinzia è figlia del Maestro Maurizio Fasano, a sua volta figlio del famoso Nicola Fasano, ha ereditato questa passione che da ormai diverso tempo si è trasformata in un laboratorio fervido di idee e ricco di nuove collezioni. La serata sarà accompagnata da Barty Colucci, un comico locale conosciuto in tutta italia per le sue performance nella trasmissione radio "Tutti pazzi per rds", dove oltre ad imitare diversi personaggi pubblici si diletta in scherzi telefonici, a nome del Cardinale Onorevole Generale prof. Ferdinando Fottichia. Da poco è stato battezzato come "iena" nel programma tv di italia 1 "le iene". Insomma uno spettacolo imperdibile, che si chiuderà con l'esibizione del gruppo popolare "jazzabanna", che ci farà ripercorrere la storia delle danze popolari locali a ritmo di taranta.

Domani sarà la giornata dell'ecologia. Infatti la serata inizierà con un dibattito sulla responsabilità sociale d'impresa, con riguardo al connubio tra imprese ed ecologia. A seguire i Camillorè. Una band che anno dopo anno, grazie ai suoi lavori, acquisisce sempre più visibilità su tutto il territorio nazionale. I Camillorè, attraverso una poetica bizzarra e una musicalità coinvolgente, ambientano le loro storie nella immaginaria "sghisghigno", terra di anime sognanti e dimora di personaggi surreali guidati da tre sacri ispiratori: Totò, Eduardo e Fellini. La serata proseguirà ancora a ritmo di ballo, con una reggae dancehall, capitanata dai dj Ronin e Oronzo B, Maledeo e Basley.

Domenica, infine, il festival sarà dedicato alla creatività. Si inizierà con i corpi di ballo di danza moderna delle maestre, Tonia Bellanova e Luisa Sardelli. A seguire si esibirà il giovane talento Francesco Moro, con una performance tutta sua. Francesco è un ragazzo diciottenne, ma con una carriera già importante alle spalle. Ha inoltre partecipato a diversi spettacoli di caratura nazionale ed internazionale. Si esibirà poi il gruppo "the italian Knob", in uno spettacolo composto da basi lounge, beat, house, sulle quali vengono suonate celebri frasi musicali tratte dalle colonne sonore dei film blaxplosion, pulp e gialli. Da Herbie Hancock ai Blues Brothers, da 007 a Mission impossible: un ora e trenta di grandi classici del funk, un sound ricco e coinvolgente per chi ama la buona musica e il divertimento.

Come ormai consuetudine, i Dj Jako e Limo del Transition Lab chiuderanno la manifestazione a suon di musica elettronica nel surreale ambiente della pineta Ulmo. Da segnalare l'importante presenza di uno stand ufficiale di Greenpeace durante l'intera manifestazione. Alla manifestazione sarà presente anche il Centro Polivalente "Il Grillo Parlante", che ospita utenti diversamente abili e opera nel territorio di Cisternino. Le attività svolte e proposte agli utenti sono prevalentemente per il raggiungimento della propria autonomia e mirate ad un inserimento lavorativo. All'interno del centro vengono svolti diversi laboratori, uno dei quali è stato il laboratorio di riciclaggio, che risultato di rilevante importanza, ha fatto raggiungere agli utenti l'obiettivo di comprendere come da materiale di scarto (e da buttare) si può costruire, con varie tecniche, nuovi oggetti da poter usare nella vita quotidiana e semplicemente per abbellire una stanza o divertirsi con la fantasia. Questa occasione, che mostra il lavoro dei ragazzi, mira a sensibilizzare la comunità, a rispettare insieme l'ambiente "semplicemente creando", divertendosi e mettendo in azione la fantasia.

Durante i tre giorni, infine, ci sarà il progetto Zona U junior, con il campo estivo "naturaLmente", che nasce con l'idea di istruire i bambini al rispetto della natura attraverso il gioco. Immersi nella Pineta dell'Ulmo, un gruppo di Volontari gestiranno i giochi e avranno cura dei bambini dalle 9:30 alle 17:30. Ogni giorno ci saranno delle attività ludico ricreative, attività da laboratorio, momenti di informazione, istruzione e benessere fisico.

Per ulteriori informazioni è possibile accedere al sito internet www.zonau.it.

Commenti