Adama, uomo fatto di terra

BRINDISI - La terra degli uomini integri potrebbe già di per sè essere il titolo di un avvincente libro che racconta magari di un luogo esotico e misterioso. In realtà è il significato letterale del nuovo nome che il presidente rivoluzionario Thomas Sankara diede, nel 1984, allo stato dell'Africa occidentale precedentemente chiamato Alto Volta, cioè Burkina Faso. E "uomo fatto di terra" è il significato letterale che si dà, anche in Africa, al nome Adama.

Adama Zoungrane Caiolo e il suo libro

BRINDISI - La terra degli uomini integri potrebbe già di per sè essere il titolo di un avvincente libro che racconta magari di un luogo esotico e misterioso. In realtà è il significato letterale del nuovo nome che il presidente rivoluzionario Thomas Sankara diede, nel 1984, allo stato dell'Africa occidentale precedentemente chiamato Alto Volta, cioè Burkina Faso. E "uomo fatto di terra" è il significato letterale che si dà, anche in Africa, al nome Adama.

Cordiale, simpatico e generoso, esattamente come i burkinabè, gli abitanti del Burkina Faso, è Adama Zoungrana Caiolo, ventiseenne autore del libro "Se entri nel cerchio sei libero. Un'infanzia in Burkina Faso" edito dalla Rizzoli, e presentato l'altra sera nell'ex convento Scuole Pie di Brindisi. A introdurre il giovane autore, il presidente di Legambiente- Brindisi, Fabio Mitrotti e la professoressa Daniela De Marco. Il titolo del libro fa riferimento ad un gioco cui prendeva parte Adama da bambino.

Nelle 224 pagine del libro, scritte a quattro mani con l'autrice napoletana di molti testi per bambini e adulti, Antonella Ossorio, vi è tutta l'infanzia difficile di Adama, il suo rapporto problematico con il padre e con le sue mogli (in Africa vige la poligamia), i legami con i suoi tanti fratelli e il bel rapporto con sua madre, suo nonno materno, al quale Adama deve il suo amore per la scuola, e i tanti amici che lo hanno sempre aiutato.

Oppresso dal padre, che lo obbligava a lavorare duramente, Adama cresce con un sogno: andare a scuola.  Per realizzarlo non esita a fuggire di casa e ad andare a lavorare, a dodici anni, in una delle tante miniere del suo Paese d'origine. Nonostante la durezza di quel lavoro, Adama è felice perchè lontano dal padre. La sua occasione giunge proprio lì. Un giorno incontra una troupe cinematografica che sta girando un documentario sul lavoro minorile nelle miniere del Burkina Faso e Adama, grazie alla sensibilità della regista e con il consenso del padre, riesce ad arrivare nel 2001 in Italia e a trovare due genitori affettuosi in Lorenzo e Rosanna. Attualmente vive con loro a San Vito dei Normanni. Lorenzo Caiolo è il segretario provinciale di Italia dei Valori e docente della Morvillo Falcone.

Esaudito il sogno di studiare, dal 2006 Adama ne coltiva un altro molto più grande: quello di portare a termine entro maggio la costruzione di un centro polivalente per ragazzi di strada in Burkina Faso, costruzione alla quale egli stesso ha partecipato personalmente, come si è visto dal video che ha trasmesso al termine della presentazione. A quei ragazzi Adama vuole dare la stessa possibilità di studiare che la vita ha dato a lui, ma per ultimare i lavori sono ancora necessari altri contributi economici.

Nello sguardo di  Adama si colgono, una grande sensibilità, un grande entusiasmo e un grande amore per la sua terra d'origine che sicuramente lo porteranno a realizzare il suo progetto perchè in lui c'è lo stesso sentimento che fece scrivere al poeta e narratore haitiano Jaques Roumain nella sua poesia "Legno d'ebano", "Africa ho conservato la tua memoria. Africa tu sei in me".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Caso Cucchi: lettera di minacce a una stazione dell'Arma di Brindisi

  • Cronaca

    Omicidio Vito Ferrarese: scarcerato l'ex vicequestore Antonacci

  • Cronaca

    Quando lo stalker è vicino di casa: brindisino finisce in carcere

  • social

    Elezioni 2019: ecco come si vota

I più letti della settimana

  • Incidente stradale nella notte: automobilista trovato morto all'alba

  • Traffico di cocaina, 18 arresti: forniture organizzate a Brindisi

  • Da 20 anni al carcere duro, prossimo alla laurea in Giurisprudenza

  • Controlli dei carabinieri: due arresti. Rinvenute anche due auto

  • Ospedale Perrino, donati gli organi di una donna morta a 62 anni

  • Minacciato e rapinato dell'auto: caccia ai banditi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento