Al Verdi domani si replica "Il malato immaginario"

BRINDISI -Tornerà in scena domani alle 20.30 "Il malato immaginario" rivisitato dal Kismet. Riscrittura originale della celebre commedia, con le scene e le luci curate dal Premio Ubu Vincent Longuemare e la consulenza musicale di Nicola Scardicchio e Leonardo Smaldone.

BRINDISI -Tornerà in scena domani alle 20.30 "Il malato immaginario" rivisitato dal Kismet. Riscrittura originale della celebre commedia, con le scene e le luci curate dal Premio Ubu Vincent Longuemare e la consulenza musicale di Nicola Scardicchio e Leonardo Smaldone, per lo spettacolo andranno in scena Augusto Masiello, Serena Brindisi, Ilaria Cangialosi, Michele Cipriani, Andrea Fazzari, Daniele Lasorsa e Marco Manchisi, che ha curato l'adattamento in lingua napoletana del testo.

Componente importante nell'allestimento sono le musiche di Nino Rota, che tra il '76 e il '78 scrisse per il coreografo Maurice Béjart la suite «Le Molière imaginaire», che torna nello spettacolo del Kismet per dar vita a un dialogo «immaginario» proprio fra il musicista e il grande commediografo francese.

Tra fedeltà al testo originale, invenzioni registiche, ironia e sarcasmo, lo spettacolo sposta l'ambientazione dalla Francia del Seicento a una casa del Sud Italia, in un bianco e nero da pellicola neorealista, disegnando un Argante (interpretato da Augusto Masiello) che ha molte affinità con lo stesso Molière. «Perché - come spiega la regista Teresa Ludovico - l'autore e il suo personaggio hanno in comune l'immaginazione».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere contromano, un morto e due feriti: arrestato

  • Cattivi odori dalla lavatrice: alcuni rimedi naturali per eliminarli

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

Torna su
BrindisiReport è in caricamento