Esordio a Parigi per l'attrice brindisina Sara Bevilacqua

BRINDISI - L'attrice brindisina Sara Bevilacqua, diplomata presso l'Accademia d'Arte Drammatica, dopo i successi di "Astri e disastri" e "Ristorante Mediterraneo" per la regia di Enzo Toma produzione Maccabeteatro e cooperativa Thalassia,"Studio per un Barbablu'" con la regia di Antonio Viganò, sbarca a Parigi con la compagnia teatrale Fibre Parallele, al Theatre de la Ville, con Furie de Sanghe.

Sara Bevilacqua

BRINDISI - L'attrice brindisina Sara Bevilacqua, diplomata presso l'Accademia d'Arte Drammatica, dopo i successi di "Astri e disastri" e "Ristorante Mediterraneo" per la regia di Enzo Toma produzione Maccabeteatro e cooperativa Thalassia,"Studio per un Barbablu'" con la regia di Antonio Viganò, sbarca a Parigi con la compagnia teatrale Fibre Parallele, al Theatre de la Ville,  con Furie de Sanghe. Spettacolo vincitore del concorso nazionale Nuove Cretività  ETI 2009,in coproduzione con Teatro Kismet di Bari, Teatro delle Albe/RavennaTeatro di Ravenna, con il sostegno dell'Ente Teatrale Italiano e in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese. Ha debuttato nel maggio del 2009 al Teatro Valle di Roma e questo inverno ha compiuto una tournée nazionale toccando numerose città d'Italia tra cui Roma, Terni, Torino, Bari, Ravenna ed è stato ospite della Biennale dei Giovani Artisti d'Europa e del Mediterraneo 2009 a Skopje in Macedonia.

La compagnia Fibre Parallele di Bari il primo luglio 2010, andrà in scena allo storico e prestigioso Theatre de La Ville di Parigi con lo spettacolo Furie de Sanghe-Emorragia cerebrale. La data è inserita all'interno della rassegna Face a Face 2010 Chantiers d'Europe /Italie promossa da Theatre de la Ville, Ente Teatrale Italiano, Istituto italiano di cultura di Parigi, Onda, con il sostegno dell'Enel, in cui 13 tra artisti e compagnie italiane d'eccellenza tra cui Roberto Saviano, Luca Ronconi, Ascanio Celestini, Arturo Cirillo, Marco Baliani sono stati chiamati a presentare il proprio lavoro al pubblico francese. Furie de Sanghe-Emorragia cerebrale racconta la storia di una famiglia di tre persone e un capitone. L'arrivo di una nuora indesiderata e allo stesso tempo molto desiderata fa partire una spirale di disordine: è scompiglio, cattiveria, amplificazione della piccola violenza quotidiana.

"Quella che vogliamo raccontare - dicono autori e protagonisti -  è una una Bari, archetipica e infelice, un pezzo di terra che puzza di pesce andato a male e che si brutalizza per la sua ignoranza, che stupra l'umano con la sua violenza. La lingua barese suggella il senso di aggressività: arriva sincopata, tagliente e prepotente in faccia alle persone, come uno sputo; sfonda ogni regola sociale, invade lo spazio, se lo ingoia e poi lo risputa con la stessa violenza di un colpo di mannaia. E' la lingua che grida parole infami e che sussurra pettegolezzi, la lingua che mozza le parole: parole mutilate, parole spezzate, parole scomposte, parole sverginate. In una comunicazione primordiale, archetipo barbarico, crudele rito tribale".

Furie de Sanghe, scritto da Riccardo Spagnulo, con la regia di Licia Lanera, che vede in scena oltre a Spagnulo e Lanera anche Sara Bevilacqua  e Corrado La Grasta e che si avvale delle suggestioni luminose di Vincent Longuemare, è prodotto da Fibre Parallele Questa è l'ennesima soddisfazione per la giovanissima compagnia pugliese che già in Italia viene riconosciuta come una tra le più interessanti realtà under 35. Inoltre, ricordiamo che uno spettacolo come Furie de Sanghe, interamente recitato in dialetto barese stretto (scorreranno i sovratitoli in francese), forse per la prima volta porta uno spaccato della realtà barese in Francia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sara Bevilacqua, regista e formatrice teatrale, è  fondatrice insieme a Daniele Guarini,dell'associazione culturale Meridiani Perduti, che a Brindisi ha già al suo attivo due successi: "Ritratti" spettacolo di teatro-danza e "Delitti quasi Perfetti" concerto-spettacolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, ospedale Perrino: turista lombardo positivo al Covid-19

  • Furgone si ribalta sull'autostrada: brindisino muore in Veneto

  • Spari contro il balcone di un'abitazione: feriti marito e moglie

  • Giovane malmenata in strada: carabiniere fuori servizio blocca fidanzato violento

  • Notte movimentata: rissa tra giovani e spari contro un'auto

  • Brindisi: i carabinieri scoprono undici furbetti del reddito di cittadinanza

Torna su
BrindisiReport è in caricamento